Ultim'ora
foto di repertorio

Piedimonte Matese – Il comune rimuove la giostra in Piazza Carmine, la famiglia De Luca indignata: era la nostra unica fonte di guadagno

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Piedimonte Matese – “Desideriamo che tutti i cittadini di Piedimonte Matese sappiano che gli esercenti dello spettacolo viaggiante De Luca stanno pagando sulla propria pelle e su quella delle loro rispettive famiglie le scelte superficiali e disattente dell’amministrazione comunale di Piedimonte Matese.  La  famiglia De Luca, esercente dello spettacolo viaggiante da 3 generazioni, e da sempre operante nel comune di Piedimonte Matese, vuole manifestare ed esprimere sentimenti di profonda delusione e rammarico per quanto è avvenuto in merito alla decisione unilaterale dell’amministrazione comunale del comune di Piedimonte Matese (CE) di voler rimuovere l’attrazione elettromeccanica GIOSTRA PER BAMBINI installata in piazza Carmine in Piedimonte Matese e al momento dei fatti unica nostra fonte di sostentamento: in questo periodo pandemico – in cui la nostra categoria è stata la più coinvolta dalla situazione di chiusura per il contenimento del virus – significa negare la sopravvivenza a ben 3 famiglie- con rispettivi figlie, figli, generi, nuore e nipoti- allora crediamo di  parlare di una piccola tragedia sociale.   Teniamo a precisare che l’amministrazione Comunale se ne è lavata le mani, frettolosamente, dopo aver deliberato arbitrariamente sul nostro lavoro, sulla nostra pelle, dopo aver sacrificato il nostro futuro.  Abbiamo capito che oltre al lavoro, alla famiglia ed i rapporti familiari, abbiamo perso anche la nostra dignità: un uomo senza lavoro è una persona senza futuro.  
Vorremmo sottolineare che purtroppo le parole, non le puoi mangiare a pranzo, non ci puoi mandare i figli a scuola, non ci puoi pagare il mutuo. Desideriamo esprimere sentimenti di profonda delusione e rammarico anche per le modalità e le tempistiche utilizzate nella comunicazione di tale decisione da parte dell’ente comunale. Modalità e tempistiche che aprono una profonda ferita perché è venuto meno il rispetto della nostra dignità sia come persone e come lavoratori che nel loro operato si sono sempre dimostrati precisi, sensibili e disponibili a tutte le richieste a “titolo di piacere personale” dall’amministrazione comunale nel corso degli anni fino ad oggi.  Teniamo a sottolineare, inoltre, che abbiamo sempre partecipato puntualmente ed attivamente alle casse dell’erario comunale corrispondendo gli oneri di utenza, anche in tempo di pandemia, nonostante le difficoltà dei tempi e nel poter lavorare. Inoltre vogliamo ricordare la pazienza che ci hanno contraddistinto in questi ultimi anni, perché da sempre la nostra attività è stata vittima di risonanze mediatiche offensive, ancorché illegittime, e nonostante tutto, non abbiamo dato fastidio, anzi abbiamo continuato a svolgere professionalmente e dignitosamente il nostro lavoro che è nel nostro cuore e nel nostro DNA.  Non ci dilungheremo nel trasmettervi la nostra delusione (già ad altissimi livelli) e lo stupore dopo aver letto il comunicato del 28 Aprile 2021 con il quale ci veniva intimato la rimozione della nostra attività – ancora una volta dopo un blocco completo della nostra attività per il contenimento dei contagi a pochi giorni dalla riapertura della zona gialla. Ancora una volta come se dovessimo ringraziare per averci concesso, come favore divino, fino ad oggi, un posto dove aver potuto installare la nostra attrazione – cosa non vera in quanto la materia è disciplinata di diritto ai sensi dell’art 9 della legge 18-3-1968 n.337.
Per amore del vero vorremmo semplicemente essere presi in considerazione come professionisti che meritano di essere riconosciuti e valorizzati e non come sempre posposti, ad oggi, ad una fontana, che forse tra qualche mese sarà scempiata da atti di vandalismo e abbandonata al degrado come lo è stata fino a qualche giorno fa.  Alla luce degli eventi noi abbiamo bisogno di fatti, fatti veri e tangibili!  Certamente auspichiamo un passetto indietro da parte dell’amministrazione comunale che sicuramente consentirebbe a tutti noi di SOPRAVVIVERE.
Ecco a questo punto non ci resta che concludere assicurando che cercheremo di continuare a fare bene ciò che già facciamo bene – nonostante il peso delle frustrazioni che ci portiamo dentro.  Grazie per l’attenzione e chiediamo scusa per lo sfogo”.
(nota a cura degli esercenti dello spettacolo viaggiante Antonio De Luca e famiglie)

Guarda anche

SAN SALVATORE TELESINO – Il padre lo rimprovera, 19enne si spara alla testa. Morto Pier Francesco

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto SAN SALVATORE TELESINO – È deceduto nel reparto di Rianimazione dell’ospedale del Mare di Napoli …

3 commenti

  1. Abbiamo capito:
    “…. sempre … disponibili a tutte le richieste a “titolo di piacere personale” dall’Amministrazione comunale nel corso degli anni fino ad oggi”

    E allora diteci i nomi e noi li contatteremo per farli intervenire a “titolo di piacere personale”!

    Ma magari si stanno già muovendo … sapete, tra poco ci saranno le elezioni…..

  2. La giostrino può essere collocata tranquillamente in un altro luogo. Effettivamente in piazza era un pugno nell’occhio

  3. Care mamme, indicate pure dove dovranno andare i vostri figli per fare un giro in giostra. In tutti questi anni avete fatto godere a loro della sporcizia della fontana e del suo proliferare di zanzare… e non ve ne siete mai lamentate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.