Ultim'ora
foto di repertorio

Pietramelara – Vaccinazioni Anti-Covid 19 per pazienti fragili e ultra ottantenni al Poliambulatorio ASL

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Pietramelara –  Il nostro comune è il primo in assoluto a partire concretamente come centro vaccinale nell’ambito del piano di vaccinazioni definito dall’ASL. La struttura poliambulateriale, già incardinata quale centro vaccinale del distretto n.15, secondo i dirigenti ASL presenta le caratteristiche ideali per consentire che le operazioni di vaccinazione possano avvenire nel modo più sicuro, adeguato e veloce oltre che garantire con assoluta facilità il deflusso delle vetture che accompagneranno gli utenti. Il gruppo di Protezione Civile, sempre disponibile e professionale, darà assistenza e coadiuverà i medici addetti alle vaccinazioni. Il primo appuntamento vaccinale avrà luogo nella giornata di sabato 17 aprile presso il nostro Poliambulatorio ASL di via S.Antonio Abate e riguarderà i pazienti fragili  e gli ultra ottantenni. Questo è un risultato che ci inorgoglisce perché premia la nostra perseveranza nella ricerca delle più adeguate forme di vita e aiuto per i nostri cittadini che meritano, a causa delle condizioni di età e di salute, la massima attenzione. Si stima che saranno inoculate nella giornata di Sabato oltre sessanta dosi (come da elenco predisposto dalla ASL) e sarà il completamento della fase vaccinale per queste due fasce a rischio del nostro territorio. Il protocollo definito sulla vaccinazione “in loco” conferma la bontà della decisione di costruire e poi di aprire a Pietramelara un Poliambulatorio ASL per dare vita a quella tanto decantata “sanità territoriale”. Quella decisione, che allora sembrava un’utopia, oggi ci consente di essere i primi, anche in questa occasione, ad attuare concretamente il “diritto alla salute” per i nostri concittadini, con l’erogazione di servizi essenziali portati “in casa”, in particolare modo a vantaggio delle persone anziane ed alle fasce sociali più deboli. Il Poliambulatorio, nostro obiettivo strategico è già diventato un modello di studio (e addirittura è stato oggetto di una tesi universitaria “sperimentale” per una neo dottoressa di Pignataro Maggiore). In Regione il nostro poliambulatorio è un modello sperimentale e sta diventando un esempio virtuoso di come potere realizzare una buona sanità in maniera efficiente ed economica favorendo l’erogazione dei servizi vicino al cittadino e al territorio. (nota del sindaco e dell’amministrazione comunale)

 

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

ROCCAMONFINA – Cambio di guardia in parrocchia, don Raffaele subentra a don Giadio

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto ROCCAMONFINA (di Nicolina Moretta) – Cambio di guardia nella parrocchia di Roccamonfina, a don Giadio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.