Ultim'ora

Teano – Impianto Gesia e la sindrome del NIMBY, “Non nel mio cortile”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Teano – Il funzionario regionale titolare della conferenza dei servizi che dovrà decidere sul rilascio dell’autorizzazione per l’impianto Gesia – in località Santa Croce – appare titubante. Riesce, infatti, solo a fare rinvii su rinvii. L’ultimo rinvio, pochi giorni fa. Questa volta per un parere dell’avvocatura regionale.
Dall’altro canto c’è una parte della comunità che non vuole l’impianto e contro di esso si schiera con forza. Eppure la cattiva gestione dei rifiuti è una vera piaga per la gente (in termini di costi) e per l’ambiente (in termini di danni e conseguenze). Servono con urgenza una serie di impianti di cui la Campania è carente, tanto carente che la stessa regione, quindi tutti i cittadini, paga 100mila euro di multa, al giorno, alla Comunità Europea.
Tutti, siamo pronti ad indignarci per la cattiva gestione dei rifiuti; e tutti sono pronti ad opporsi a qualsiasi progetto per la realizzazione di un impianto rifiuti. Tutti sembriamo vittima del fenomeno conosciuto come NIMBY (Not In My Back Yard, Non nel mio cortile). Una sigla che indica la protesta da parte di membri di una comunità locale contro opere di interesse pubblico sul proprio territorio (ad esempio grandi vie di comunicazione, cave, sviluppi insediativi o industriali, termovalorizzatori, discariche, centrali elettriche e simili), ma che non si opporrebbero alla sua costruzione o spostamento in un altro luogo.  Se la sindrome NIMBY colpisse ogni abitante della Terra diventerebbe di fatto impossibile prendere quei provvedimenti indispensabili a ogni comunità che risulterebbero fastidiosi per la relativa zona coinvolta. Si arriverebbe così al paradosso che pur riconoscendo un impianto come essenziale, o comunque valido, non si riuscirebbe ugualmente a erigerlo.

Guarda anche

SAN SALVATORE TELESINO – Il padre lo rimprovera, 19enne si spara alla testa. Morto Pier Francesco

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto SAN SALVATORE TELESINO – È deceduto nel reparto di Rianimazione dell’ospedale del Mare di Napoli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.