Ultim'ora

Caserta – Tre persone arrestate per aver aggredito i poliziotti, il giudice: le cose sono andate diversamente. Tutti scarcerati (il video)

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Caserta – Appare destinato a fare molto “rumore” l’episodio accaduto alcune sere fa in un rione di Caserta, episodio che portò all’arresto di due ragazzi (Daniele De Vivo e Marco Duda, poco più che diciottenni) e di un uomo (Giancarlo De Vivo quasi 60enne), padre di uno dei due ragazzi.  Determinante un video girato da un cittadino del posto, un documento che ha mostrato il reale svolgimento dei fatti. Così il giudice per l’udienza di convalida non ha potuto fare altro che prendere atto delle “inesattezze” scritte dalla Polizia e scarcerare i tre indagati, non convalidato l’arresto di uno dei due ragazzi. (guarda il video)
In particolare il Giudice per le Indagini Preliminari, Alessandra Grammatica, ha convalidato l’arresto per un 57enne e un 29enne, padre e figlio, per il solo reato di resistenza a pubblico ufficiale (non per quello di lesioni), disponendo l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria solo per il 57enne; non ha invece convalidato l’arresto per il terzo arrestato, un 18enne che era tra i giovani controllati inizialmente per violazione del coprifuoco, ritenendo che non avesse preso parte al fatto. (guarda il video)
«La dinamica dei fatti come descritta dal verbale d’arresto – scrive il gip nell’ordinanza di convalida – risulta in parte smentita dalle immagini video prodotte e acquisite agli atti». Gli agenti hanno raccontato di aver subito violente minacce e aggressioni in particolare dal 18enne sottoposto a controllo e dal padre e dal fratello – quest’ultimo presente anche con un cane – di un altro dei controllati, ma anche che c’erano parecchie persone scese dagli appartamenti circostanti a dar manforte ai tre controllati, con questi ultimi che aizzavano i presenti; dal verbale emerge che l’aggressione agli agenti sarebbe avvenuta quando sul posto c’erano due volanti, con uno dei poliziotti aggrediti che ha usato lo spray al peperoncino e solo con l’arrivo di altre quattro pattuglie la situazione è tornata calma. (guarda il video)
«Non si vedono gli operanti accerchiati da un nutrito numero di residenti», «né una folla» – scrive il Gip Grammatica.  In ogni caso il Gip ha scritto che il fatto richiede ulteriori approfondimenti, e sarà probabilmente nominato un consulente anche per analizzare il video prodotto dai difensori. Marco Duda è difeso dall’avvocato Ida Lanzone, i due De Vivo sono difesi dall’avvocato Antonello Fabrocile. (guarda il video)

Guarda anche

Sessa Aurunca – calcio, il Prefetto ordina la presenza delle forze dell’ordine al Prassino

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Sessa Aurunca – Una partita con la presenza delle forze dell’ordine dove ha giocato la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.