Ultim'ora

VAIRANO PATENORA – Evasione fiscale per oltre 200.000 euro, assolto giovane imprenditore

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Vairano Patenora –  E’ stato assolto perché il fatto non sussiste un giovane imprenditore vairanese, Marco Parillo,  difeso dall’Avv. Vincenzo Cortellessa, dall’accusa di non aver dichiarato e, quindi, versato all’erario l’IVA per un importo di oltre 200.000 euro. I fatti risalgono all’anno 2017, quando a seguito di un accertamento svolto dall’Agenzia delle Entrate nei confronti della PIEMME srl con sede a Vairano Patenora, importante società vairanese dedita alla produzione ed alla vendita di bancali e pallet di legno, veniva contestata la mancata presentazione delle dichiarazioni IVA da parte della società; a seguito degli accertamenti svolti anche con l’ausilio della Guardia di Finanza, la Procura della Repubblica di S. Maria Capua Vetere richiedeva ed otteneva il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente, di tutti i beni della società e del suo legale rappresentante, Parillo, fino alla concorrenza di 231.000 euro. Tuttavia, nel corso del dibattimento la difesa, affidata all’avv. Vincenzo Cortellessa, ha dimostrato l’infondatezza dell’ipotesi accusatoria che, basandosi su calcoli presuntivi, non aveva preso in considerazione gli effettivi costi sostenuti dalla società; infatti, tramite il deposito di  tutta la documentazione contabile e con l’ausilio di un proprio consulente tecnico, nel corso del dibattimento l’imputato ha potuto dimostrare la correttezza del proprio operato e la insussistenza del reato in contestazione. Ieri, dopo una lunga camera di consiglio, il Tribunale di S. Maria Capua Vetere, prima sezione penale monocratica, ha assolto il giovane imprenditore (che rischiava fino a 5 anni di reclusione) dall’accusa di omessa dichiarazione dell’IVA ed ha ordinato la immediata restituzione di tutti i beni, mobili ed immobili, sequestrati alla società ed al legale rappresentante.

Guarda anche

Alife / Pietravairano – Donna travolse e uccise un bimbo: morta due anni dopo, nello stesso giorno della tragedia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Alife / Pietravairano – Il fato ha voluto che morisse esattamente nello stesso giorno in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.