Ultim'ora

Pietravairano / Sant’Angelo D’Alife / Raviscanina – Blitz della Task Force all’azienda Gerace. La precisazione dell’imprenditore: Nessun inquinamento del Volturno

Pietravairano / Sant’Angelo D’Alife / Raviscanina – “Non è stato contestato alcuno smaltimento di “rifiuti nel fiume Volturno” e non è stata “sequestrata l’azienda del Principe”. In data 31/3/2021 la Polizia Metropolitana della Città Metropolitana di Napoli, di concerto con l’ASL Caserta, ha sequestrato solo alcune aree, di estensione minima rispetto a quella che occupa l’azienda Gerace, rilevando ivi la presenza di reflui zootecnici, letame di produzione animale, normalmente reimpiegato come fertilizzante agricolo. Non vi è alcun ipotizzato sversamento di “rifiuti nel Fiume Volturno”. Le ragioni della presenza dei reflui zootecnici in alcune limitate aree, nel pieno rispetto della normativa che ne prevede il reimpiego agricolo, sono state immediatamente illustrate e documentate all’A.G procedente. L’azienda Agricola Gerace srl intende, con fermezza, respingere ogni forma di comunicazione distorta che ponga in dubbio il suo corretto operato. L’azienda, da anni, “sprona” gli Enti competenti affinché si attivino al fine di preservare i territori nei quali opera, ivi compreso ed in particolare il fiume Volturno, ed il patrimonio zootecnico, spesso bersaglio di speculazioni alle quali le aziende locali devono resistere da sole nel totale silenzio degli Enti medesimi”. Questa la nota inviata dai legali dell’amministratore unico dell’azienda agricola posta al confine fra i comuni di Pietravairano, Raviscanina e Sant’Angelo di Alife.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso.

Guarda anche

Vitulazio / Casagiove – Manlio muore in cantiniere, lavorava nonostante i suoi 70 anni: denunciato imprenditore

Vitulazio / Casagiove – Nonostante i suoi 70 anni era ancora al lavoro, probabilmente aveva …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *