Ultim'ora

Falciano Del Massico – Comune, dipendente deve restituire 23mila euro: la rabbia sfogata sui social

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Falciano Del Massico (di Danilo Pettenò) – Non c’è pace tra l’amministrazione comunale ed un ex responsabile di area: il comune procede al recupero di alcune somme stipendiali ed il responsabile chiede il nulla-osta. E’ una vicenda surreale quella che sta accadendo all’interno del comune di Falciano Del Massico tra l’attuale amministrazione guidata dal Sindaco Giovanni Erasmo Fava ed un dipendente comunale, già responsabile dell’area economico-finanziaria, oggi trasferito presso altro ente. Dalla determina n.159 si apprende che il comune procede al recupero, attraverso l’Avvocato Paolo Loffredo con studio in Cascano di Sessa Aurunca, di alcune somme stipendiali a titolo di lavori supplementari (periodo febbraio 2019 – giugno 2020) corrisposti in aggiunta alla retribuzione mensile per un totale di 23.408,62 € da restituire entro trenta giorni dalla notifica dell’atto. Non si sono fatte attendere le risposte dell’ex responsabile di area che pubblicamente rivolge degli attacchi generici ‘’Tu che hai avuto un telefonino nuovo caro amico, sei pregato di restituirlo al legittimo proprietario e anche tu/voi che i 500 euro per 18 mesi servivano ad entrambi per pagare le rate delle due macchine che avete comprato/noleggiato ed io in buona fede ve li ho prestati senza indugio, senza interessi e senza pretendere niente, io sono una persona buona però fate bene se me li restituite…’’; “…chi ha speso circa 50mila euro per le elezioni comunali?
Certo si possono spendere, ma dove sono stati presentati i bilanci dei comitati elettorali?” Anche se non sappiamo fino in fondo la veridicità di queste accuse generiche, senza dubbio, si evince un’aria brutta e pesante, che desta scalpore e che fa nascere tanti interrogativi aspettando ulteriori chiarimenti. Intanto, il Salvatore Sciaudone dopo 41 anni, ha presentato una lettera all’amministrazione comunale, nella quale chiede il nulla-osta al trasferimento per mobilità definitiva con passaggio diretto ed immediato al comune di Cancello Arnone.

Guarda anche

Alife / Pietravairano – Donna travolse e uccise un bimbo: morta due anni dopo, nello stesso giorno della tragedia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Alife / Pietravairano – Il fato ha voluto che morisse esattamente nello stesso giorno in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.