Ultim'ora

Caserta – Coronavirus, all’ospedale di Caserta partita la sperimentazione del vaccino italiano

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Caserta – E’ partita questa mattina la sperimentazione del vaccino anti Covid19, ReiThera all’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Un vaccino sicuro e che induce una risposta immunitaria robusta. È questo quanto emerge dai dati della fase 1 della sperimentazione clinica di GrAd-CoV-2, il candidato vaccino italiano contro Covid-19. A metterlo a punto è stata la biotech ReiThera, mentre il primo step del trial è stato svolto all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani e nell’unità di ricerca clinica dell’ospedale Borgo Roma di Verona.
Il vaccino made in Italy è basato su un adenovirus di gorilla, costruito in modo da non replicarsi nell’organismo e non integrare le informazioni genetiche che trasporta nel genoma umano. Questo adenovirus serve da vettore, ha cioè lo scopo di «trasportare» una sequenza di codice genetico che provoca la reazione del nostro sistema immunitario e lo spinge a sviluppare degli anticorpi. In particolare, il bersaglio di GRAd-COV2 è la proteina Spike che Sars-Cov-2 utilizza per aggredire le cellule umane. Perché proprio un adenovirus di gorilla? L’uso di questi virus è comune per trasportare nelle cellule l’mRna della proteina Spike. Per alcuni dei vaccini sviluppati contro Sars-CoV-2 si utilizzano adenovirus umani, per altri si è scelto di ricorrere ad adenovirus di animali, come le scimmie (AstraZeneca utilizza adenovirus di scimpanzé). Il vantaggio è che gli adenovirus di questi animali non vengono riconosciuti immediatamente dal sistema immunitario umano. E, dunque, hanno tempo a sufficienza per compiere la loro «missione». Una particolarità importante: assieme a quello prodotto e sperimentato da Johnson&Johnson (atteso entro l’estate), GRAd-COV2 è l’altro vaccino in pista che potrebbe funzionare con una sola iniezione.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Caserta – Coronavirus, focolaio in casa di riposo: 2 anziani morti e 10 contagiati

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Caserta – Attualmente la situazione è sotto controllo, tuttavia l’allarme è altissimo e le autorità …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.