Ultim'ora

Capua – Museo Provinciale Campano, Pantalloni e i suoi “nodi dell’anima” (il video)

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Capua –  Nel prestigioso Museo Provinciale Campano di Capua si è svolta la mostra personale dell’artista Simonetta Pantalloni. “Le sue opere arrivano dal profondo, artista che indaga principalmente l’universo femminile, nelle sue dimensioni più umane e profonde.” Queste le parole di Gianpaolo Coronas, curatore della mostra. (il video)
“Ogni mostra è un racconto, una storia, talvolta intima. “I nodi dell’anima” è il titolo che ho pensato per la mostra personale di Simonetta Pantalloni. Le sue opere arrivano dal profondo, artista che indaga principalmente l’universo femminile, nelle sue dimensioni più umane e profonde.” (il video)
Mentre uno stralcio del Critico Luigi Fusco recita così: “ Simonetta Pantalloni, autrice dalla sensibilità unica, la cui pittura sorprende in modo epifanico per le soluzioni compositive e cromatiche adottate. Le opere di Simonetta, sono destinate a regalare intensi momenti di pittura calda, sensuale, introspettiva ed immaginifica allo stesso tempo.” (il video)
Avvalora il Catalogo il testo della milanese Silvia Giovanardi: “Quella di Simonetta è un’arte che sembra essere sospesa tra sogno e realtà, congelata nello spazio e nel tempo, pronta ad accogliere la reazione dello spettatore reso vulnerabile dalla matassa di impressioni che traspirano dalle sue tele“. (il video)

Guarda anche

Cellole – Frazione Baia Domizia: deturpamento ambientale, denunciato utente locale

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Cellole (di Maria Palma Ceraldi) – Alle ore 18:30, durante un controllo di routine del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.