Ultim'ora

Caserta – Appalto truccato per il 118, revocato l’affidamento alla Misericordia: scatta la procedura

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Caserta – Il direttore genrale dell’Asl, Ferdinando Russo, ha firmato il provvedimento con cui revoca la convenzione siglata con la Confraternita Misericordia di Caiavano alla quale è affidato il servizio di primo soccorso 118. Un annullamento d’ufficio, in autotutela, della procedura e di tutti gli atti ad essa connessi e consequenziali. L’’atto firmato da Russo si basa su alcuni ragioni tenuto conto che successivamente all’aggiudicazione definitiva, nell’ambito del procedimento penale n. 6925/2018 R.G.N.R. della Procura della Repubblica , è emerso che la procedura di cui in premessa è stata oggetto di turbativa d’asta; che questa Stazione Appaltante ha acquisito l’Ordinanza del Tribunale Napoli Nord dalla quale è risultato, tra l’altro, che il legale rappresentante pro tempore della suddetta Associazione di volontariato, aggiudicataria della procedura, è stato destinatario di una ordinanza di custodia cautelare per turbativa della libertà degli incanti ex art. 353 c.p. in relazione alla medesima procedura. In particolare, dagli atti giudiziari è risultato che il legale rappresentante della Confraternita di Misericordia di Caivano, quale autore del reato, in concorso con altri soggetti ha posto in essere delle condotte illecite che hanno indirizzato l’assegnazione ad Essa Associazione dei tre lotti della procedura, in violazione dei principi cardine della procedura prevista dal Codice del Terzo settore D.Lgs. n. 117 del 03.07.2017 – attivata con la deliberazione n. 1149 del 24.08.2018 di cui in premessa – ovvero quelli della parità di trattamento e di non discriminazione dei concorrenti, nonché della correttezza nelle procedure comparative. Per tutti questi motivi Russo ha firmato l’annullamento d’ufficio, in autotutela, della  procedura per l’affidamento in convenzione del servizio di trasporto infermi in emergenza (118) per la A.S.L. Il rapporto negoziale si deve ritenere risolto e la risoluzione contrattuale avrà effetto al momento dell’individuazione di un nuovo operatore da parte dell’azienda per lo svolgimento del servizio in argomento ovvero proseguirà con la figura commissariale eventualmente nominata dalla competente Procura fino a nuovo affidamento a seguito di procedura ad evidenza pubblica.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Pignataro Maggiore / Vitulazio / Sparanise – Camorra, l’Antimafia: ecco chi comanda nell’Agro Caleno

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Pignataro Maggiore / Vitulazio / Sparanise – Nell’area di Pignataro Maggiore, Vitulazio e Sparanise permane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.