Ultim'ora

Piana di Monte Verna – Isola ecologica intercomunale, Lombardi: facciamo chiarezza

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Piana di Monte Verna – Il 21 Gennaio 2021  giusta nota protocollo l’Ente D’ambito per la Gestione Integrata dei Rifiuti Urbani, al fine di destinare un finanziamento regionale per la realizzazione di ISOLE ECOLOGICHE intercomunali, rendeva nota la volontà di acquisire da parte delle Amministrazioni Comunali manifestazioni di interesse alla localizzazione sul proprio territorio dei predetti impianti. L’Amministrazione Comunale ha inteso sin da subito partecipare alla richiamata manifestazione di interesse per tre ordini di ragioni:

  • Perseguire un obiettivo programmatico di governo – Inserito nel programma elettorale dell’attuale maggioranza – capitolo opere pubbliche – Lavori di realizzazione della stazione ecologica integrata con annessa area per il deposito dei rifiuti ingombranti.
  • Cogliere questa opportunità senza gravare sul bilancio comunale. In quanto, ovemai la manifestazione di interesse venisse ritenuta ammissibile di finanziamento, l’opera verrà realizzata interamente a carico dell’EDA con il utilizzando il Contributo Regionale
  • Rendere un servizio utile alla cittadinanza.

Il fatto di non disporre, alla data odierna, di un’isola ecologica comporta una serie di ripercussioni negative sia a carico della cittadinanza che a carico del bilancio comunale. Sono infatti molto frequenti le segnalazioni di nostri concittadini che necessitano di disfarsi di materiale ingombrante, legno, Vecchi frigoriferi ed utensili e che devono necessariamente attendere, di volta in volta, l’allestimento del centro di raccolta mobile con conseguenti disagi come, ad esempio, i tempi di attesa medio lunghi. Da premettere che tutto ciò ha un costo che, inevitabilmente, si riflette sul piano Tari e sulle somme a carico delle utenze. Per l’adesione alla manifestazione d’interesse l’EDA ha concesso nel 05.02.2021 il termine ultimo per esprimere la propria volontà di adesione. Per cercare di centrare questa grande opportunità le Amministrazioni Comunali dovevano attenersi ad un presupposto fondamentale: possedere in proprietà e in disponibilità patrimoniale un terreno di superficie sufficiente. Per questa ragione, con Delibera di Giunta Municipale n° 10 del 03.02.2021, il Comune di Piana di Monte Verna individuava quale località per la localizzazione sul territorio comunale di un Isola Ecologica Intercomunale il terreno sito in località Camprianni – riportato in catasto del Comune di Piana di Monte Verna al foglio 14, particella 200 della superficie di 3808 mq. Il sopracitato terreno rappresentava, al momento della compilazione della manifestazione di interesse ovvero il 03.02.2021, l’unico terreno di proprietà comunale e in disponibilità patrimoniale dell’ente che potenzialmente potesse soddisfare i requisiti richiesti dall’EDA. Quindi quella percorsa dalla giunta, era l’unica strada percorribile per cercare di cogliere tale opportunità.
Successivamente alla deliberazione di cui sopra, l’Organo straordinario di Liquidazione, con propria deliberazione n°3 disponibile all’albo pretorio online sul sito web https://www.comune.pianadimonteverna.ce.it/c061056/hh/index.php , comunicava di non aver provveduto all’alienazione del terreno sito in Località Ischitella, particella 5026, foglio 17 CT e che era stato trasferito nelle disponibilità dello stesso OSL con delibera di Giunta n° 66 del 30.10.2015 e di consiglio N° 35 del 16.11.2015 al fine di ottenere una destinazione produttiva. Quindi a decorrere dal 05.03.2021 rientrava nelle piene disponibilità dell’Ente il sopracitato terreno che, a seguito di verifiche, rilievi e sopralluoghi del personale tecnico del Servizio tecnico risultava potenzialmente idoneo alla localizzazione dell’Isola Ecologica Intercomunale. Alla luce delle motivazioni espresse in premessa, si è ritenuto pertanto preferibile chiedere all’EDA Caserta la possibilità di procedere alla sostituzione del terreno individuato con DGM n° 10 del 03.02.2021 – sito in località Camprianni con il terreno sito in Località Ischitella. Proprio perché quest’ultimo possiede una serie di caratteristiche più consone alla localizzazione dell’impianto in parola:

  • Maggiore estensione in mq
  • Maggiore lontananza dai centri abitati e delle case sparse
  • Maggiore coerenza con l’intervenuta scelta, già compiuta mediante trasferimento all’OSL, di imprimere al terreno sito in Località Ischitella un destinazione produttiva ( Incremento della percentuale di raccolta differenziata con consequenziale abbattimento dei costi a carico della popolazione).

In seguito ad un favorevole riscontro da parte dell’Eda Caserta nota prot. n° 584/2021, dalla quale è emersa la facoltà del Comune di Piana di Monte Verna di sostituire il terreno ove ubicare il potenziale insediamento, CON DELIBERA DI GIUNTA N° 18 DEL 08.03.2021. LA giunta ha provveduto a sostituire il terreno sito in Località Camprianni foglio 14 particella 200 quale spazio da destinare alla potenziale Isola ecologica con quello sito in LOCALITA’ ISCHITELLA FOGLIO 17 PARTICELLA 5026. Chiarita la dinamica sulla scelta del terreno da destinare alla Manifestazione di interesse finalizzata alla individuazione di aree idonee alla localizzazione di centri di raccolta – ISOLE ECOLOGICHE intercomunali, appare opportuno muovere delle considerazioni in merito alla tipologia di impianto che, potenzialmente, verrà realizzato. Partiamo da una serie di presupposti generali ed inequivocabili:

l’isola ecologica non è una discarica

Presso il Centro di Raccolta non è possibile svolgere attività di gestione rifiuti come ad esempio il trattamento dei rifiuti, perché significherebbe dar luogo ad un’ attività qualificabile, a seconda dei casi, come attività di recupero o di smaltimento e per questo da autorizzarsi ai sensi della normativa vigente, con le relative conseguenze sul piano del regime autorizzativo e delle responsabilità penali e amministrative; ricordiamo inoltre, che la durata del deposito di ciascuna frazione merceologica conferita al centro di raccolta non può essere superiore ai tre mesi. Il Centro di Raccolta, oltre che per il conferimento delle diverse frazioni di rifiuto differenziato, è un importante strumento per fornire servizi, informazioni e materiali utili ai cittadini per effettuare la raccolta differenziata sul territorio; inoltre, permette il conferimento dei RAEE ritirati dalle strutture commerciali, in primis dalla grande distribuzione ma anche dai piccoli operatori, in virtù della norma dell’1 contro 1 e dell’1 contro zero, permettendo ai soggetti coinvolti di accedere ai vantaggi economici che questo comporta. Oltre ai vantaggi ambientali, il conferimento dei rifiuti nei Centri di Raccolta abbinato alla tecnologia, permetterebbe di premiare l’utente virtuoso con un risparmio economico. La buona raccolta differenziata, ottenuta anche con il contributo dei Centri di Raccolta (che hanno il vantaggio di essere gestiti con poco personale) oltre che attraverso la raccolta porta a porta (che però prevede l’impiego di maggiore personale con conseguente aumento dei costi) può quindi portare grossi vantaggi economici al cittadino che vedrà diminuire l’importo TARI da versar

L’isola Ecologica non emana cattivi odori (In quanto non è prevista la raccolta di rifiuti organici e/o deperibili)

Il Significato di : “Isola Ecologica Intercomunale”

Qualora l’isola ecologica dovesse essere realizzata, I CITTADINI dei comuni limitrofi che sceglieranno di convenzionarsi per l’utilizzo della stessa, secondo apposito regolamento potranno avere la facoltà conferire presso l’isola ecologica. Le tipologie di rifiuti che potranno essere conferiti dai cittadini saranno solo ed esclusivamente quelli consentiti dalle normative vigenti in materia. Auguriamoci, infine, che la manifestazione di interesse venga approvata. In maniera da poter ottenere dei benefici reali in favore della cittadinanza in materia di raccolta differenziata e di abbattimento dei costi a carico dell’utenza.

(nota del sindaco Stefano Lombardi)

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Roccamonfina – Comune, progetto mai realizzato: tecnici vogliono oltre un milione di euro. La sentenza del giudice

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Roccamonfina – Una importante società di progettazione ha trascinato il municipio di Roccamonfina davanti al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.