Ultim'ora

Piedimonte Matese – Comune, ingressi senza controlli. Interviene la segretaria. Ultimatum alla società dei Tributi

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Piedimonte Matese –  Tra qualche giorno la società che gestisce la riscossione dei tributi in città dovrebbe lasciare libera la stanza della casa comunale; locale che non può occupare. La nota trasmessa dalla segretaria Balletta ai vari responsabili è chiara ovvero l’invito alla ditta di aprire lo sportello esterno alla casa municipale. “Nonostante i ripetuti richiami verbali, e stato constatato che l’accesso alla sede comunale ed agli uffici viene consentita senza una preventiva organizzazione ed informazione al personale addetto al controllo della temperatura. Si ritiene pertanto di dover disporre che, sin dalla data odierna, detto personale non consentirà l’accesso a soggetti non inseriti negli elenchi dei prenotati che i responsabili degli uffici avranno cura di consegnare entro e non oltre le ore 8:30 di ogni giorno. Colgo l’occasione per sollecitare la risoluzione delle problematiche che già evidenziate in merito all’apertura dello sportello tributi all’interno della sede comunale, ribadendo l’opportunità di disporre, da parte della ditta concessionaria, la creazione di uno sportello esterno alla sede comunale. Tale soluzione si appalesa più corretta dal punto di vista amministrativo – non essendo stato assegnato formalmente lo sportello ali*interno della sede comunale, né determinato il canone relativo e le spese a ristoro – e dal punto di vista funzionale, in quanto evita problemi di assembramento all’interno della sede comunale nelle ore in cui non è presidiato l’accesso”. Questa la nota della segretaria comunale di Piedimonte Matese

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Vairano Patenora – Coronavirus, contagiato bimbo di un asilo: scattala l’isolamento per l’intera classe

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Vairano Patenora – Un bimbo che frequenta un asilo (una struttura privata del paese) è …

un commento

  1. Giusto che si facciano le verifiche ma gran parte dei cittadini utenti hanno regolarmente pagato i tributi del 2015 mediante equitalia e su metraggi che lo stesso comune è venuto a verificare a suo tempo negli appartamenti. Chi ha chiesto l’annullamento della cartella pazientemente aspetta, salvo ricorrere alla commissione tributaria nei tempi previsti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.