Ultim'ora

Aprilia – Difficile trasferta per il Matese. Urbano vuole tre punti. Cronaca minuto per minuto (0 – 0)

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Aprila  – E’ una partita importante per gli uomini allenati da mister Urbano. Una sfida che serve sia per testare la squadra contro un avversario di livello, sia per tentare di affacciarsi nella parte alta della classifica. Il terreno di gioco (erba naturale) non è certamente dalla parte dei Lupi del Matese, abituati a giocare sul sintetico.

Ha vinto la difesa sull’attacco.  E’ stata una partita giocata, praticamente ad una unica porta, con i padroni di casa costantemente all’attacco e con il Matese costretto alla difensiva. Gli uomini di mister Urbano  hanno anche sfiorato il colpaccio con un contropiedi micidiale di Masotta. Un punto prezioso per gli ospiti, un’occasione sprecata per la squadra dell’Aprilia.

Sono i padroni di casa a fare la gara, sono costantemente presenti nella metà campo del Matese

Al quarto minuto il primo tiro verso la porta del Matese è di Quedraogo bravo nel crearsi lo spazio per calciare, sciupa tutto con un tiro debole e centrale

All’undicesimo traversa dell’Aprilia con Succi che dopo aver addomesticato un difficile pallone calcia al volto centrando in pieno la traversa.

Al dodicesimo tiro dal limite di Pezone con parata sicura di Palombo.

Al 13esimo  prima azione del Matese con Ricci che scende e mette al centro per Galesio il cui colpo di testa si impenna finendo nella mani di Prudente

Al 23esimo protestano i padroni di casa per la mancata concessione di un rigore. Tutto avviene su angolo per quando la palla finisce in una mischia poi sul corpo di un difensore del  Matese. Per l’arbritoMolinaroli tutto regolare

Quello dell’Aprilia è un autentico assedio al fortino matesino. Tuttavia tranne la traversa colpita al minuto undici, altri veri pericoli per Paolmbo non si sono registrati

Al 36esimo miracolo di Palombo che riesce a deviare un gran tiro da distanza ravvicinata di  Pezone, bloccando poi il successivo tiro di Bosi.

Il primo tempo finisce al 45esimo preciso. Una sola squadra in campo: l’Aprilia che ha creato due occasionissime. La prima finita sulla traversa, la seconda è stata miracolosamente respinta da Palombo. I Lupi matesini si sono difesi bene ma non sono stati capaci di organizzare nemmeno una ripartenza efficace.

Al primo della ripresa l’Aprila sfiora il vantaggio con un tiro di Pezone che ece di pochissimo alla destra di Palombo, proteso in tuffo

Al 12esimo del secondo tempo Barone calcia, da tre quarti campo, verso la porta avversaria, senza alcuna pretesa.

Al 16esimo della ripresa Urbano manda in campo Masotta per Iannetta e Felici per Ricci

Al 18esimo del secondo tempo mister Galluzzo dell’Aprila richiama Succi, infortunato e manda in campo Olivera

Al 22esimo ottimo contropiede del Matese con Masotta anticipato un attimo prima del tiro, nell’0ccasione infortunio per Camara

Al 29esimo della ripresa l’Aprilia manda in campo Laghigna che rileva Vasco.

Da qualche tempo la pressione dei padroni di casa è meno forte e il Matese si affaccia nel trequarti campo dell’Aprilia.

Al 34esimo rete dell’Aprilia dopo una ottima azione corale, annullata dall’arbitro Molinaroli per fuorigico. Una decisione molto contestata dai locali

Al 35esimo per il Matese entrano Vodopivec per Masi e Di Lullo per Abreu. Nello stesso minuto l’APrila ha mandato in campo Aglietti per Bernardini

Al 39esimo nuovo cambio deciso da mister Galluzzo che manda in campo Calisto per Pezone

Al 44esimo del secondo tempo il Matese sfiora il colpaccio con un perfetto contropiede di Masotta capace di saltare l’intera difesa avversaria. Il tiro viene primo respinto da Prudente e poi allontanato dalla difesa

Al 45esimo ghiotta occasione per Olivera che, solo sul dischetto del rigore, colpisce di testa troppo centrale permettendo a Palombo di bloccare.

Al 48esimo Urbano manda in campo Langellotti che rileva Barone, un cambio finalizzato  unicamente a far scorrere i minuti.

 

 

Guarda anche

Emergenza Coronavirus – In Campania stabile la curva dei contagi, 15 morti in 24 ore. Verso la zona arancione

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Emergenza Coronavirus – Aumentano i nuovi positivi ma resta stabile la curva dei contagi da …

4 commenti

  1. Ci è andata di lusso.
    Quarta partita tutta giocata in difesa e con palle buttate avanti a vanvera, di rimessa.
    Vorremmo vedere un Matese che scende in campo per attaccare pure.
    E poi che facessero vedere le partite giocate in casa anche a chi non è registrato su Facebook, come fanno le altre società

  2. Come già visto in passato la difesa è il reparto più debole del Matese .
    Non si può scegliere di far giocare il solito under , perché più economico a livello contrattuale, poi però d’impiegano 11 uomini a difesa.
    Solita brutta partita

  3. Esistono quattro reparti in campo: porta, centrocampo, difesa, attacco…ma il mister del matese non l’ho sa e manda tutti in difesa.
    Rivedere la partita vien da ridere. Ogni volta che la palla arriva al centrocampo , undici uomini della matese corrono sotto la propria porta. Roba da oratorio

  4. Penso ci sia tempo x vedere un bel gioco… adesso si punta alla sostanza! La squadra se vuol giocare lo sa fare… ma non è questo il momento!!! Alcune squadre che il Natale a affrontato hanno fatte un ottimo gioco senza xro fare punti contro la squadra di Urbano che si sta dimostrando a mio avviso un osso duro da battere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.