Ultim'ora

Teano – Tutela agroalimentare, gli studenti dell’Alberghiero incontrano il colonnello Cortellessa

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Teano – Gli studenti dell’IPSSART di Teano hanno incontrato in video conferenza il Comandante, colonnello Luigi Cortellessa, del Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare. Questo momento formativo è stato fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Annamaria Orso, perché da sempre impegnata per rendere gli studenti cittadini consapevoli. Nel suo intervento la Dirigente Scolastica ha messo in evidenza come la sicurezza degli alimenti è straordinariamente attuale, dal momento che i consumatori chiedono prodotti di qualità e con caratteristiche specifiche riconoscibili, come quella connessa all’origine geografica. Per tutelare i consumatori diventa quindi fondamentale da un lato fornire gli strumenti atti a identificare e promuovere meglio i prodotti agroalimentari e dall’altro assicurare con la prevenzione e i controlli la circolazione di alimenti sicuri. Il Prof Roberto Centore, nella sua relazione introduttiva, ha parlato con preoccupazione circa il problema dell’inquinamento ambientale e della ricaduta sulla sicurezza degli alimenti. Il comandante Luigi Cortellessa dopo aver illustrato il ruolo strategico svolto dai Carabinieri nella garanzia della qualità e della sicurezza alimentare, ha sottolineato come il cibo è un bene primario e irrinunciabile. In esso si identificano abitudini, tradizioni, tendenze. Nel nostro Paese è anche voce importante dell’economia nazionale, espressione significativa del volume delle esportazioni.  Tutelare il patrimonio agroalimentare italiano significa salvaguardare l’economia pubblica e la libera concorrenza del mercato, ma anche proteggere il consumatore, affinché acquisti prodotti non solo sicuri per la salute ma anche conformi alle aspettative. In questo alveo, l’attività operativa è rivolta al comparto agroalimentare nella sua interezza, per garantire che la filiera produttiva, dal campo allo scaffale, sia sicura e genuina quanto a origine, qualità, quantità, tipologia di lavorazione e trasformazione, corrispondenza delle materie prime impiegate con quelle dichiarate.  I controlli su etichettatura e tracciabilità sono diretti ad accertare il rispetto dei canoni di legge, dei disciplinari, se trattasi di prodotti a marchi tutelati, delle certificazioni ove siano biologici, la veridicità di attestazioni quali “made in Italy”, anche sul piano internazionale, ed a perseguire frodi, contraffazioni, false evocazioni, usurpazioni di DOP IGP STG. Quello dei marchi di tutela, è un settore di eccellenza del nostro Paese, che vanta il 70% del totale europeo dei prodotti riconosciuti. L’incontro è continuato con interventi e domande degli studenti e delle Professoresse Serena San-tantonio e Maria Tierno. L’interesse degli studenti e il clima cordiale e costruttivo hanno portato la Dirigente Scolastica Prof.ssa Annamaria Orso a invitare il colonnello Luigi Cortellessa a ripetere esperienze del genere, approfondendo ulteriori aspetti relativi alla tutela della qualità agroalimentare lungo la filiera, a garanzia della reputazione del patrimonio alimentare italiano e del made in Italy.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Caserta – Ponte e viabilità, ecco gli interventi programmati dalla Provincia

Tempo di lettura stimato: 5 minuti Caserta – Prosegue il programma di messa in sicurezza ed ammodernamento di Ponti e Viadotti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.