1

Capua – Sindacalista licenziato sul cantiere rifiuti, il giudice condanna il municipio

Capua – Il giudice del lavoro, dott.ssa Fabiana Iorio, scioglie la riserva assunta nella procedura promossa da UIL FLP nei confronti di COMUNE DI CAPUA e condanna quest’ultimo di riaprire le trattative ai fini della rimozione degli effetti della condotta antisindacale posta in essere; condanna il Comune di Capua al pagamento delle spese processuali in favore del Sindacato UIL FPL, che liquida in euro 2.200,00, oltre IVA e CPA come per legge con attribuzione. La UIL FLP, chiedeva a questo giudice: “Accertata e dichiarata la natura antisindacale delle condotte avute, unitariamente o singolarmente considerate, ordinare all’amministrazione convenuta, in persona del Sindaco pro tempore, la loro cessazione, disponendo in ordine alla rimozione dei conseguenti effetti, in particolare adottando i seguenti eventuali rimedi, da ritenersi peraltro non esaustivi atteso l’ampio margine di discrezionalità riconosciuto al Giudice in ordine alle statuizioni ritenute più opportune e/o efficaci ai fini della repressione della condotta antisindacale: – ordinare al Comune di Capua, in persona del Sindaco pro tempore, la disapplicazione della Delibera Sindacale n. 37/2009 con conseguente rimozione degli effetti dagli stessi prodotti; – ordinare alla Comune di Capua, in persona del Sindaco pro tempore, alla convocazione immediata della delegazione trattante per la ripresa delle trattative per la stipula del contratto integrativo decentrato relativo e comunque relativo alla parte economica per l’anno 2020; – ordinare all’Ente convenuto, in persona del Sindaco pro tempore di astenersi in futuro da condotte uguali o equivalenti a quelle denunciate; – ordinare al Comune di Capua, in persona del Sindaco pro tempore la pubblicazione e/o l’affissione presso la sede dell’Ente del decreto che verrà emesso”. Voglia l’On. Tribunale adito assumere ogni altro provvedimento necessario o comunque teso a ristorare l’interesse leso. Con vittoria di spese e competenze di causa con attribuzione”. Il giudice del lavoro, dott.ssa Fabiana Iorio ha accertato l’antisindacalità delle condotte poste in essere dal Comune di Capua, ordinando a quest’ultimo la cessazione del comportamento illegittimo di esse e, per l’effetto, ordina al Comune convenuto in persona del legale rappresentante pro tempore di:
a.1.) non dare ulteriore esecuzione alla delibera n. 37/2019 provvedendo al contempo ad avviare il confronto con le parti sindacali nel rispetto delle modalità previste dall’art 5 CCNL relativo al personale del comparto Funzioni Locali del 21 maggio 2018;
a.2) di riaprire le trattative ai sensi dell’art. 8 CCNL di ctg, ai fini della rimozione degli effetti della condotta antisindacale posta in essere;
b) condanna il Comune di Capua al pagamento delle spese processuali in favore del Sindacato UIL FPL, che liquida in euro 2.200,00, oltre IVA e CPA come per legge con attribuzione.