Ultim'ora

Combattere le cocciniglie negli agrumi

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Gli agrumi possono essere attaccati da una grande varietà di insetti. Per questo motivo è necessario prestare attenzione alle possibili manifestazioni dei vari parassiti.

Tra i tanti insetti presenti in natura quello più pericoloso e dannoso per gli agrumi è la cocciniglia.  Esiste una grande varietà di cocciniglie, ma le specie che più colpiscono gli agrumi sono due: le cocciniglie cotonose o farinose e le cocciniglie a virgola, entrambi responsabili di gravi danni dell’agrumeto.

Tuttavia, è possibile contrastare questi insetti in vari modi, utilizzando specifici insetticidi o difendendo l’agrumeto con dei rimedi naturali, cosi come si legge sul blog di Gogoverde.it.

Cosa sono le cocciniglie e perché sono pericolose per un agrumeto

Le cocciniglie sono degli insetti piccolissimi che attaccano principalmente le piante dell’agrumeto, dunque limoni, arance, mandarini ecc.
Generalmente colpiscono frutti, foglie e rami degli agrumi durante i mesi primaverili ed estivi, mentre i loro meccanismi di attacco variano da specie a specie.

La cocciniglia cotonosa, così chiamata perché dotata di un corpo ricoperto da una polvere biancastra, attacca prevalentemente la parte che lega i frutti ai rami. Proprio per questo motivo la cosiddetta cocciniglia cotonosa è responsabile di una caduta prematura dei frutti.

La cocciniglia a virgola, il cui nome deriva dalla forma del suo corpo, colpisce invece rami, frutti e foglie indifferentemente. L’insetto provoca l’ingiallimento delle foglie, il disseccamento dei rami e la caduta dei frutti, i quali presentano svariate macchie ed una pessima estetica.

Quando le cocciniglie colpiscono gli agrumi provocano un estremo indebolimento della pianta, peggiorando anche la resa produttiva. Ciò accade perché questi parassiti sottraggono la linfa vegetale agli agrumi, debilitandoli.

Come combattere le cocciniglie degli agrumi

Ma in che modo combattere questi parassiti? Le possibilità sono diverse.

Se l’infestazione è ancora ai suoi esordi è possibile optare per un intervento manuale; se infatti il parassita non si è riprodotto in grandi quantità si può pensare di lavare via gli insetti dalla pianta. Ovviamente, questo intervento si può attuare solo su piccola scala e, ripetiamo, risulta realmente efficace soltanto se l’insetto è appena giunto ad infestare la pianta. Inoltre, nel corso di questo intervento manuale, è consigliato rimuovere i rami eccessivamente colpiti.

Una soluzione di olio e sapone di Marsiglia potrebbe essere un ottimo rimedio naturale nella lotta contro le cocciniglie. Una volta realizzata la soluzione dovrà essere spruzzata sulla pianta: ucciderà gli insetti per asfissia. Questa soluzione è estremamente efficace (molto più efficace degli insetticidi), soprattutto a causa dell’utilizzo del sapone di Marsiglia.

Partendo dalla constatazione che alcune sostanze sono sgradite alla cocciniglia, è possibile optare per l’utilizzo di un elemento che sia capace di allontanare il parassita.
Tra queste sostanze è utile ricordare il macerato di felce, che può essere ottenuto lasciando a mollo in acqua foglie di felce. Quest’ultimo, poi, dovrà poi essere spruzzato sulla pianta.
La soluzione è la seguente: per ogni litro di acqua mettere a mollo 100 g di foglie di felce.

Chiaramente le cocciniglie possono essere combattute anche utilizzando pesticidi e insetticidi, prodotti che sono ormai ampiamente disponibili sul mercato. Inoltre, è possibile acquistare anche degli insetticidi biologici, per praticare un’agricoltura più sostenibile che sia amica dell’ambiente. Ricordiamo che gli insetticidi/pesticidi non sono efficaci quanto la soluzione costituita da olio e sapone di Marsiglia.

Un altro prodotto valido nella lotta contro le cocciniglie è l’olio bianco di originale minerale. Anche questo prodotto annienta le cocciniglie per soffocamento, proprio come la soluzione di olio e sapone di Marsiglia, ed è estremamente efficace contro il parassita. Tuttavia, essendo un derivato del petrolio, l’olio bianco contiene un certo grado di tossicità, seppur basso.

Non solo soluzioni, ma anche prevenzione

Le cocciniglie degli agrumi non possono soltanto essere debellate con delle soluzioni che risultano più o meno congeniali al singolo, ma l’attacco da parte di questi insetti può essere anche prevenuto. La prevenzione, infatti, è importantissima e permette una maggiore protezione dell’agrumeto non solo dalle cocciniglie ma anche dagli antri parassiti delle piante.

L’attacco delle cocciniglie può essere prevenuto attuando delle piccole e sane abitudini, semplici ma importanti. Effettuando delle corrette potature, infatti, è possibile ridurre la probabilità di attacco di questi insetti. Inoltre, si consiglia di evitare eccessive concimazioni a base di azoto e potassio, le quali favoriscono la presenza delle cocciniglie.

Insomma, le cocciniglie degli agrumi sono una problematica abbastanza comune ma non insormontabile. I rimedi sono diversi e, con i giusti accorgimenti, questo parassita sgradevole può essere debellato.

Guarda anche

Cosa sono i conti Forex gratuiti senza deposito

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Il Forex è uno dei mercati finanziari attualmente più considerati, soprattutto da quanto si utilizza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.