Ultim'ora

Fare trading con i bot: l’AI al servizio degli investimenti

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

La volatilità è la caratteristica peculiare delle monete digitali. In genere, però, questo non è un aspetto desiderabile per chi investe. Diverso è il discorso per i trader: anzi si può affermare che se la volatilità non esistesse non si potrebbe fare trading. Per un market maker tutto si basa sulla capacità di investire nel momento in cui il mercato è in crisi, a prezzi più bassi, per poi ridurre il rischio nei casi in cui il mercato è in rialzo. In questo scenario, da qualche tempo a questa parte hanno fatto capolino i bot di trading di monete virtuali: si tratta di software per computer concepiti con la finalità di garantire un profitto attraverso l’acquisto e la cessione di monete digitali nel momento più opportuno.

Il panorama dei bot

Va detto, però, che non tutti i bot sono in grado di assicurare risultati ottimali: anzi, a ben vedere sono pochi quelli redditizi. Insomma, dare vita a un robot che funzioni non è così complicato: il vero problema è riuscire a crearne uno che sia anche fruttuoso dal punto di vista economico. In una situazione ideale, i bot assicurano un profitto, che è superiore rispetto a quello che un trader avrebbe potuto ottenere da solo.

I vantaggi offerti dai bot

Nella maggior parte dei casi il costo di un bot è di poche centinaia di euro. Ce ne sono anche alcuni che costano meno, e magari prevedono un periodo di prova gratuita. L’importante è scegliere un software che sappia offrire tutti i vantaggi auspicati in termini economici. I robot funzionano meglio rispetto a quel che possono fare i trader in carne e ossa perché sono monotoni e coerenti: soprattutto la coerenza è la caratteristica di cui non si può fare a meno per avere successo nel trading.

Perché usare un robot conviene

La longevità è un altro aspetto che è opportuno prendere in considerazione quando si fa riferimento ai benefici offerti dai robot. Questi, infatti, sono in grado di funzionare a tutte le ore del giorno e della notte e in qualsiasi momento della settimana. Insomma, di sicuro sono molto più operativi rispetto a una persona. I software, inoltre, hanno la capacità di elaborare in un secondo grandi quantità di dati, nell’ordine dei gigabyte: è quasi superfluo mettere in evidenza che, invece, gli umani non possiedono questa dote.

Lucidità ed emozioni

La componente emotiva è, in molti casi, quella che danneggia i trader e compromette le loro probabilità di successo. Rischi di questo genere non si corrono di certo se ci si affida a un robot, che non può essere condizionato dalla paura, da un eccesso di avidità o dall’ansia. Il robot si limita ad agire in base a quello che è più probabile possa succedere da un punto di vista statistico: non ha né paura di perdere soldi né voglia di guadagnarne altri, poiché le emozioni non fanno parte del suo essere. Gli umani, invece, spesso perdono lucidità. Infine, non va dimenticato che i robot sono molto più veloci dei trader, che devono aggiungere il tempo di reazione al tempo di pensiero.

L’allocazione del rischio

Come opera un robot? Il software capta un segnale di vendita o di acquisto, e così sceglie la quantità che deve essere comprata. L’allocazione del rischio è la parte intermedia del funzionamento dei robot di trading: prima c’è la generazione di segnale, mentre al termine si colloca l’esecuzione. La fase di generatore di segnale è quella in cui vengono effettuate delle previsioni. Nel generatore di segnale entrano alcuni dati, mentre dall’altra parte esce un segnale che può essere di vendita o di acquisto, a seconda dei casi. Per quel che concerne l’esecuzione del trade, la principale differenza tra il modus operandi di un investitore in carne e ossa e quello di un bot sta nel numero di operazioni che possono essere portate a termine nel giro di un’ora. Il segnale, l’allocazione del rischio e l’esecuzione hanno bisogno di processi di ottimizzazione separati e di algoritmi distinti.

Immediate Edge Bot, un esempio di robot per il trading automatico

Un esempio di robot per il trading automatico tra i tanti che si possono trovare a disposizione in Rete è rappresentato da Immediate Edge Bot. Se ci si dovesse basare sulla pagina italiana del sito di questo software, però, non si sarebbe molto persuasi a registrarsi, visto che la traduzione dall’inglese lascia molto a desiderare: il che è un problema, visto che questa lingua sgrammaticata viene usata anche per indicare il regolamento e le condizioni di utilizzo. In ogni caso, sembra che si tratti di un software utile per ottenere guadagni sistematici: è importante comunque prestare molta attenzione e raccogliere il maggior numero possibile di informazioni per non correre rischi ed evitare di perdere i soldi dei propri investimenti.

Guarda anche

Cosa sono i conti Forex gratuiti senza deposito

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Il Forex è uno dei mercati finanziari attualmente più considerati, soprattutto da quanto si utilizza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.