Ultim'ora

Diventare ricchi con i bitcoin è davvero possibile?

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

È un grande errore, commesso soprattutto da chi non ha esperienza in materia di mercati finanziari, pensare che gli investimenti in bitcoin portino solo vantaggi e soprattutto siano privi di rischi. Al contrario, prima di cimentarsi in un’attività del genere è indispensabile essere consapevoli di tutte le incognite con cui si potrebbe avere a che fare: tante, se non addirittura troppe, così come tanti sono i rischi da affrontare. Per esempio, a chi ci si potrebbe rivolgere nel caso in cui ci si dovesse imbattere in qualche problema? Non ci sono soggetti tenuti a rispondere.

Qual è il giusto approccio nei confronti dei bitcoin

A più di dieci anni di distanza dalla loro comparsa sui mercati finanziari, appare chiaro che i bitcoin non sono tanto degli strumenti di pagamento, quanto piuttosto degli asset su cui si può decidere di investire o meno. È solo in apparenza che l’investimento risulta redditizio, e in effetti negli ultimi tempi in tanti si sono lanciati in una sorta di corsa al bitcoin. Il problema è che le insidie che si nascondono sono numerose, soprattutto per effetto della volatilità della moneta digitale. Questa si presenta come un prodotto speculativo, non adatto a chi ha pochi risparmi da parte ed è in cerca di un investimento piuttosto sicuro.

I pro e i contro di Bitcoin Profit

Bitcoin Profit è una delle soluzioni che vengono vagliate dagli investitori che intendono puntare sulle monete virtuali. Poiché il mercato è pieno di piattaforme che promettono guadagni immediati e quotidiani ma si dimostrano poco affidabili, comunque, è bene operare con cautela e non lasciarsi coinvolgere dagli inviti allettanti che sono riportati sul sito di questa piattaforma. In effetti, già in home page si parla della possibilità di diventare milionari con l’aiuto di Bitcoin Profit. Il fatto che il sito sia presentato in una lingua italiana a dir poco discutibile dovrebbe costituire un campanello di allarme; va detto, comunque, che iscriversi non costa nulla e che la procedura di registrazione, per chi vuol provare, è del tutto gratuita. Vuoi saperne di più? Entra qui: Bitcoin Profit Accesso.

Come funzionano i bitcoin: la sicurezza della blockchain

La piattaforma tecnologica che garantisce l’esecuzione delle transazioni basate sui bitcoin si chiama Blockchain, ed è quella che dovrebbe rendere le operazioni trasparenti e sicure. Di certo stiamo parlando di una tecnologia molto innovativa, grazie a cui è stato possibile generare una banca dati decisamente vasta per le transazioni fondate sulle valute digitali. Si tratta di un database che è strutturato sotto forma di nodi di rete: la catena è costituita da piccoli blocchi che sono connessi gli uni con gli altri. Ed è proprio questa interconnessione a rappresentare un aspetto peculiare: affinché ci possa essere un esito positivo della transazione, i vari blocchi della catena si controllano e si validano tra di loro.

Le caratteristiche principali della blockchain

In pratica, è la rete stessa che autorizza le transazioni di bitcoin in rete, sulla base di un controllo incrociato che va a integrare l’impiego di strumenti crittografici: sono tutti aspetti che contribuiscono a rendere le transazioni più sicure. Ma non è tutto, perché dopo che sono stati validati i blocchi non possono più essere modificati, il che consente la loro trasparenza e la loro tracciabilità.

Le banche e i bitcoin

Tutti sanno che nel settore dei bitcoin viene meno la mediazione che viene svolta, nel caso delle valute tradizionali, dagli istituti bancari. Tale mancanza non ha solo implicazioni pratiche, ma presuppone una valenza ideologica ben precisa, soprattutto se si tiene conto della pessima reputazione che al giorno d’oggi penalizza gli istituti di credito. Sia chiaro: le banche ci mettono del loro, soprattutto quando attuano delle condotte poco cristalline nei confronti dei risparmiatori. Eppure in mancanza di un sistema bancario che agisca da garante le transazioni in bitcoin non possono essere ritenute sicure come si vorrebbe far credere

Dove si comprano i bitcoin

Nel caso in cui si sia interessati a comprare dei bitcoin, sono diverse le alternative che si hanno a disposizione: per esempio, ci sono piattaforme e siti specializzati che consentono di effettuare questo tipo di acquisto. In alternativa, ci si può rivolgere allo scambio tra privati, a sua volta reso possibile da piattaforme ad hoc, che ospitano annunci relativi a bitcoin in vendita. Infine, su tutto il territorio nazionale sono presenti degli sportelli ATM che consentono di accreditare bitcoin in cambio di denaro contante.

Dove finiscono i bitcoin

Ma che fine fanno i bitcoin che vengono comprati? La loro destinazione è il cosiddetto wallet, vale a dire un portafoglio virtuale, che si può creare direttamente su un computer: è sufficiente provvedere al download di un programma apposito. Va detto, comunque, che ci sono anche dei portali che mettono a disposizione tale servizio, proponendo un indirizzo bitcoin attraverso il quale il conto può essere identificato.

 

Guarda anche

Innovazione, tecnologia e omnichannel: le nuove frontiere del gioco

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Innovazione e tecnologia, sono queste le due parole chiave che hanno accompagnato la quattordicesima edizione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.