Ultim'ora
Andrea Cantadori

Sessa Aurunca – Comune, il commissario Cantadori non bada a spese: ingaggiato l’addetto stampa

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sessa Aurunca – Il nuovo capo dell’amministrazione comunale di Sessa Aurunca, il commissario prefettizio Andrea Cantadori, non bada a spese. La comunicazione è apparsa subito il “pallino”. Così non ha perso tempo e lo scorso mese di dicembre ha nominato il suo addetto alla comunicazione. Costerà al municipio, quindi ai cittadini, circa 500 euro al mese. Il contratto scadrà il prossimo 31 marzo 2021. Poi si vedrà. Potrebbe anche essere rinnovato.
Ma che bisogno ha un commissario prefettezio di nominare un addetto stampa?
Quali mirabolanti azioni o progetti deve comunicare al mondo esterno?
Perché spendere tanti soldi pubblici? Per quale utilità?
Un comune che vive una situazione finanziaria difficilissima, poteva risparmiare questa spesa?
Sono queste alcune delle domande, dei dubbi, che tanti cittadini di Sessa si pongono è che vorrebbero girare a Cantadori.
Ma leggendo l’atto con cui lo stesso Cantadori “seleziona” e nomina l’esperto della comunicazione – decreto numero 11 dello scorso 29 dicembre 2020, si scopre che lo stesso è stato tenuto “in letargo” per circa due mesi. Due mesi in cui la persona prescelta, quella individuata per gestire la comunicazione, ha operato. Ad inizio di questo ecco la pubblicazione dell’atto che rende ufficiale il rapporto.
Come mai tanto ritardo nella pubblicazione?
Un commissario prefettizio, proprio in quanto tale, non dovrebbe dare sempre il massimo esempio di efficienza amministrativa?
Anche queste sono delle domande che i cittadini di Sessa Aurunca si pongono.
Altri, invece, si domandano: ma il commissario Cantadori, prima di scegliere un esperto per la comunicazione, ha verificato se all’interno della macchina amministrativa c’erano dipendenti disponibili a fare la stessa funzione?
In caso affermativo non ci sarebbe stato alcuna spese per l’ente, quindi per i cittadini

 

Guarda anche

Sessa Aurunca – Viabilità, sviluppo e sogni mai realizzati: la necessità di ammodernare l’asse per il casello di San Vittore.

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Sessa Aurunca (di Carmine Di Resta) – Si è iniziato di nuovo a parlarne in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.