Ultim'ora

Carinola / Cellole – Coronavirus, muore poliziotto 48enne: parroco in lutto. Il cordoglio del sindaco

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Carinola / Cellole – Il covid miete  altra vittima, si tratta di Antonio Maiello, da tutti conosciuto come Tonino. Era un volto noto a Cellole perché per anni ha supportato l’attività parrocchiale dello zio Don Lorenzo Albano negli anni in cui era il parroco  della chiesa di San Marco è San Vito. Era una guardia penitenziaria, sposato con Antonietta e con due  figli adolescenti. Raggiunto telefonicamente il primo cittadino Guido Di Leone ci ha dichiarato: “Siamo vicini alla famiglia di Tonino ed esprimiamo il nostro cordoglio, mio e dell’intera amministrazione.  Ne approfitto per sensibilizzare l’opinione pubblica nello stare attenti, il covid è ancora tra di noi”. Anche lo zio don Lorenzo, questa mattina sulla sua pagina Facebook ha salutato il nipote con queste parole: “Carissimi, la Salvezza è la pienezza della Felicità, il senso della Vita, la piena manifestazione del nostro Destino!… in questa mezza umanità, che è salito al Cielo per il Covid, c’è anche mio nipote Tonino, che oggi ha risposto serenamente, il suo “Si d’Amore” a Gesù e alla Mamma Celeste…Buona giornata nel Signore”. L’uomo era una gente penitenziario del carcere di Carinola dove si è registrato, negli ultimi tempi, un corposo focolaio di covid19.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Santa Maria Capua Vetere – Il Rugby Clan riprende a giocare. Il presidente della FIR Regionale in visita sul campo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Santa Maria Capua Vetere – Rugby Clan, continuano le attività del Rugby Clan di Santa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.