Ultim'ora

Teano – Comune e Coronavirus, la prima ordinanza di Magellano è con il “buco”

Teano – L’epidemia da Covid19 avanza, senza pietà. La gente è preoccupata e l’amministrazione comunale, ora retta dal vice sindaco Francesco Magellano, appare disorientata. Ma un segnale andava pur dato. Così ha partorito la sua prima ordinanza: la numero 4 di oggi 29 gennaio 2021. Un parto che sarebbe avvenuto dopo una lunga gestazione. Si tratta, tuttavia, di una ordinanza con il “buco” (e non appare un dettaglio positivo come nel caso delle classiche ciambelle). Infatti nel documento a firma di Magellano non è prevista alcuna sanzione per chi non rispetterà l’ordinanza. Insomma, una cosa che, così come è, non servirà a nulla. Magellano ha ordinato  “la chiusura di Piazzetta Sperandeo al fine di evitare assembramenti, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso alle private abitazioni o alle attività commerciali, dalle ore 18:00 alle ore 05:00. Divieto di vendita di alcolici, da parte di qualsiasi attività commerciale, a partire dalle ore 14:00 fino alle ore 05:00, ad eccezione del delivery. Alla Polizia Municipale di intensificare i controlli in tutto il territorio comunale (Teano centro e frazioni), per il rispetto della presente ordinanza, consegnando ogni giorno un report dei controlli effettuati.”

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su La redazione

Guarda anche

Teano / Vairano Patenora – Migliori scuole della provincia: nell’Alto Casertano bene Alberghiero Teano e Professionale Vairano. Male tutte le altre

un commento

  1. Leggo l’articolo e mi torna in mente il buon Luciano De Crescenzo quando, in un suo libro, scriveva che a Napoli, ai tempi del colera, nessuno, sentendo il telegiornale nazionale capiva che il pericolo si annidava nelle “cozze”. I telegiornali, infatti, continuavano a ripetere che il problema erano i “mitili” e la popolazione, per lo più ignorante, non capiva a cosa si riferissero. Non oso immaginare cosa direbbe il compianto Luciano di questo articolo con il suo bel “delivery”…. Avete riposto la “zappa” da poco, gettando alle ortiche generazioni di cultura agraria, ma almeno per i vostri lettori che oltretutto, vista l’età media, sono anziani, cercate di usare termini comprensibili….delivery? Asporto!!! L’italiano è una lingua meravigliosa! Vorrei concludere con una bestemmia per aggiungere solennità al punto esclamativo ma purtroppo non mi è concesso! Che amarezza!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.