Ultim'ora
foto di repertorio

Vairano Patenora – Volturno, ponte ed esondazioni. Il PD: svolta storica

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Vairano Patenora – Alcuni esponenti del Partito Democratico di Vairano esprimono la loro soddisfazione per la riunione “convocata” dal presidente del Consiglio Regionale on. Gennaro Oliviero, dedicata interamente alle ultime esondazioni del fiume Volturno. Una criticità storica del territorio con interventi per decenni insufficienti, rattoppi che non hanno mai risolto il problema del più lungo corso d’acqua del Sud Italia (172 km ). Auspichiamo così come sollecitato dal presidente Oliviero, un intervento strutturale per doverose tipologie di intervento: dalla sistemazione delle sponde, al drenaggio del letto del fiume, al consolidamento strutturale del ponte sulla strada provinciale e alla sistemazione delle strade, in particolare la strada della Verdesca. Intanto dopo la riunione di ieri presso il Consiglio Regionale con il Consigliere Cascone, Presidente della IV Commissione Consiliare permanente che si occupa di Urbanistica, Lavori Pubblici e Trasporti ed il vice presidente della giunta regionale, On. Fulvio Bonavitacola. Pertanto ci preme evidenziare davanti agli impegni concreti presi nel corso della riunione a Napoli, che le passerelle politiche lasciano il tempo che trovano come certi sopralluoghi urgenti avvenuti nella giornata di oggi.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Teano – Versano, acquedotto colabrodo. Da 6 giorni nessuno interviene

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Teano – Da circa una settimana una perdita nella condotta della rete idrica comunale riversa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.