Ultim'ora

Piedimonte Matese / Roma –  Due matesine salvano il governo Conte. Quando volevi fare l’apriscatole e poi ti scopri tonno (di pessima qualità)

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Piedimonte Matese / Roma –  Due donne del Matese, due senatrici, hanno permesso a Giuseppe Conte di vincere una piccola battaglia in Senato. Ha vinto solo grazie al non voto di Italia Viva. Hanno votato per Conte la senatrice Maria Rosaria Rossi (matesina doc) e Sandra Lonardo Mastella, irpina eletta nel collegio di cui fa parte anche Piedimonte Matese. E’ stata una giornata tragica, sotto il profilo della coerenza e della dignità politica, per l’interno Moviemento Cinque Stelle. Quando volevi aprire il parlamento come una scatoletta di tonno e poi scopri di essere diventato tu stesso tonno, pure di pessima qualità.  E’ questo, con molta probabilità, lo stato d’animo di molti Grillini che in pochi mesi di governo si sono comportati comune una bandiera in balia del vento: trascinata e sbattuta da una parte all’altra, ma sempre salda all’asta. Sempre salda a quella poltrona. Come vecchi politicanti navigati.  Conte, in pochi mesi ha “centrifugato” gran parte dei Grillini (quelli di seconda generazione, perché quelli di prima generazione si sono praticamente estinti già da tempo) rinnegando ogni principio cardine del Movimento stesso. Da anti europeista è diventato europeista convinto; da “killer” dei senatori a vita, è stato salvato proprio dai senatori a vita; dai porti chiusi ai porti apertissimi.
Insomma, in pochi mesi i Grillini sono diventati il peggiore esempio della politica italiana, proprio come i loro predecessori. Non sono considerazioni politiche, queste sono considerazioni sulla coerenza.
La senatrice di Piedimonte Matese Maria Rosaria Rossi ha votato la fiducia al governo Conte insieme al collega Andrea Causin. Subito dopo, si è sentito un mezzo applauso e una voce che urlava “Bravo”. Un voto che ha provocato l’immediata reazione del vice presidente di Forza Italia Antonio Tajani: “Sono fuori dal partito: votare con il governo in questo caso non è una questione di coscienza”. Tajani spiega di aver informato Silvio Berlusconi, insieme alla capogruppo Anna Maria Bernini. Maria Rosaria Rossi è da sempre considerata molto vicina all’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi.

Guarda anche

Capua / Agro Caleno – Prevenire i tumori, l’azione del distretto 22 per festeggiare la donna

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Capua / Agro Caleno – In tempo di covid 19 un modo semplice e pratico …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.