Ultim'ora

Vairano Patenora –  Coronavirus, 8 giovani contagiati: lavorano tutti nella stessa azienda

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Vairano Patenora –  Cresce il contagio da coronavirus nel territorio del comune di Vairano Patenora, nelle ultime ore, infatti, sarebbero risultate positive 8 persone, in gran parte giovani. Tutti sarebbero dipendenti della stessa azienda ubicata in un comune vicino. Chiaramente i nuovi pazienti sono stati messi tutti in isolamento e l’autorità sanitaria ha fatto scattare l’indagine epidemiologica per tentare di individuare tutti i contatti avuti dai nuovi positivi. “Carissimi concittadini, poco fa ho avuto comunicazione che diversi numerosi impiegati presso un Call Center sito in un vicino comune sono risultati positivi al COVID, alcuni di questi sono residenti in Vairano, in particolare nella frazione Scalo. L’ASL, con la collaborazione dei Comuni interessati, sta già provvedendo ad impartire le opportune strategie a tutti i positivi, soprattutto per il tracciamento e per acquisire particolari esigenze e quindi poterle risolvere. Stante questa grave circostanza, raccomando ancora di più il massimo impegno nel rispetto delle regole e delle norme che sicuramente sono gravose e complicate, ma rappresentano l’unico modo per contenere la diffusione del virus”. Questo il messaggio di Bartolomeo Cantelmo, sindaco di Vairano Patenora.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Aversa / Caserta – Biologhe licenziate in anticipo, Asl rischia maxi risarcimento

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Aversa / Caserta – Undici biologhe licenziate dall’Asl di Caserta 4 mesi prima della naturale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.