Ultim'ora

Conca della Campania – Covid19, il virus spegne Graziella: testimone delle atrocità naziste

Conca della Campania – Da qualche mese combatteva contro il coronavirus. Si è spenta poche ore fa nella clinica in cui era ricoverato. La comunità di Conca della Campania è in lutto. Il virus ha portato via Graziella Di Gasparro, testimone delle atrocità commesse dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Graziella era figlia Giacomo, vittima della ferocia della guerra. Fu testimone, all’età di 10 anni, al supplizio e poi all’uccisione del padre e di altri uomini, per vile rappresaglia. Drammatica la sua testimonianza dell’uccisione del padre: “Volli vedere dov’era mio padre – racconta -, lo trovai in una pozza di sangue. Aveva il cranio sfondato da un proiettile e tutt’intorno l’erba era diventata rossa. Rossa del sangue del mio papà. Vorrei che si diffondesse in ogni valle l’orrore della guerra, perché mai più cresca nei prati un’erba tinta di rosso“. Graziella aveva 85anni.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su La redazione

Guarda anche

Sparanise – Spaccio di droga, blitz dei carabinieri in paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.