Ultim'ora

MARZANO APPIO – DEPURATORI GUASTI, ASSOLTO L’EX SINDACO FERRUCCI

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Marzano Appio – Il Tribunale di S. Maria Capua Vetere, accogliendo le richieste dell’avv. Vincenzo Cortellessa, ha assolto l’ex Sindaco di Marzano Appio, Ferrucci Eugenio, imputato del reato di di sversamento illecito e senza autorizzazione della acque reflue urbane. I fatti risalgono alla primavera del 2016, quando, nel corso di un controllo eseguito dal NOE e dall’Arpac di Caserta, vengono rinvenute numerose irregolarità in relazione ai depuratori comunali siti nella frazione Ameglio e in quella San Lorenzo; per i funzionari dell’ARPAC  tali depuratori sono in cattivo stato di funzionamento, superano i limiti di inquinamento stabiliti dalla legge e sono privi delle relative autorizzazioni; per tali ragioni provvedono a denunciare penalmente il sindaco pro tempore per il reato di cui all’art 137 D. L.vo 152/06 (cd “Decreto Ambiente”) che prevede una pena fino a tre anni di arresto. Tuttavia, nel corso del procedimento, la difesa del dott. Ferrucci, affidata all’avv. Vincenzo Cortellessa, ha dimostrato l’assoluta correttezza dell’operato del Sindaco e l’assenza di qualsiasi rimprovero contestabile all’allora rappresentante legale del Comune di Marzano Appio; invero, dalla copiosa documentazione prodotta, è stato dimostrato che l’amministrazione guidata dal Sindaco Ferrucci si era fatta carico di reperire un cospicuo finanziamento, di oltre 200.000 euro, per sistemare proprio i depuratori delle frazioni Ameglio e San Lorenzo e che, all’atto del controllo operato dall’ARPAC, era in corso di espletamento e definizione l’aggiudicazione della gara di appalto per i lavori di ristrutturazione ed adeguamento dei due impianti di depurazione; infatti, grazie proprio all’operato dell’amministrazione guidata da Ferrucci, non solo i depuratori della frazione Ameglio e San Lorenzo, ma tutti i depuratori del Comune di Marzano Appio erano stati adeguati alla nuova normativa e sono, ad oggi, tutti regolarmente autorizzati ed operanti nel rispetto degli stringenti limiti introdotti a protezione dell’ambiente. Sul punto deve precisarci che, negli anni scorsi, il Sindaco Ferrucci – nell’ambito di una più vasta indagine della Procura di S. Maria C.V., che aveva coinvolto anche numerosi altri comuni della provincia di Caserta – era stato chiamato a rispondere del medesimo reato anche in relazione al funzionamento dei due depuratori posti a servizio del capoluogo e della frazione Campagnola; anche per tali fatti era stato prosciolto in udienza preliminare da tutte le imputazione perché il fatto non sussiste o perché non costituisce reato. All’udienza odierna, invece, ha partecipato anche l’imputato per spiegare al Giudice le proprie ragioni e per dimostrare l’assoluta estraneità agli addebiti sollevati dalla Procura di S. Maria C.V.; pertanto, all’esito di una camera di consiglio di oltre due ore, il Tribunale di S. Maria Capua Vetere ha assolto l’ex Sindaco perché il fatto non costituisce reato, ritendo pienamente corretto il suo operato.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Sessa Aurunca – Tragedia a Piedimonte, l’ultimo viaggio di Antonio

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Sessa Aurunca – Si sono svolti oggi pomeriggio, domenica 25 luglio 2021, di Antonio Palmieri, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.