Ultim'ora

Estrattori di succo: la moda del momento

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Per chi sia alla ricerca costante di una migliore forma fisica, la moda del momento, quasi un must, è rappresentata dall’estrattore di succo: uno speciale macchinario da cucina che è in grado di estrarre il succo da un vegetale senza andarne ad alterare le qualità nutritive.
Caratteristica in grado di attirare tantissimi consumatori, che dichiarano di preferirlo ad altri macchinari analoghi (che offrono minori garanzie sotto tale punto di vista) come ad esempio la centrifuga.
Come funziona l’estrattore di succo? Il dispositivo non va a macinare la polpa come avviene nel caso del frullatore, ma a separarla dal succo. Il processo di estrazione avviene però a freddo, ovvero ad una velocità ridotta che impedisce al macchinario di surriscaldarsi. Ecco perché si parla anche di estrattore di succo a freddo.

Come funziona l’estrattore di succo

Il vero vantaggio come detto è quello di non andare a modificare le qualità nutritive del vegetale sottoposto al procedimento. Il preparato che ne scaturisce sarà di conseguenza non soltanto nutriente e gustoso, ma anche ricco di fibre e vitamine.
Il succo realizzato tramite un estrattore è proprio per questo motivo considerato un toccasana irrinunciabile da un numero sempre più alto di persone, anche nel nostro Paese. Il grande successo tributato dal mercato ha spinto le case che li producono a proporre un gran numero di estrattori. Per cercare di orientarsi in un campionario così vasto, occorre quindi seguire alcuni fattori i quali possono, alla fine, garantire il conseguimento di un elevato rapporto tra qualità e prezzo.

Quali sono i fattori che dovrebbero guidare la scelta di un estrattore

Il primo fattore è rappresentato dal numero di giri al minuto. Che devono essere meno possibile, proprio per garantire una elevata resa nell’estrazione del succo. Attualmente, gli standard più elevati sono garantiti dai modelli che compiono 40 giri al minuto.
Un secondo fattore di grande importanza è rappresentato dalle funzionalità accluse. Se molti apparecchi di questo genere presentano le stesse, altri si distinguono per il fatto di rendere possibile estrarre succo dalla frutta congelata, dare vita ad ottimi sorbetti, oppure ottenere il succo da frutta e verdura anche dura.
Anche l’ingombro dovrebbe essere oggetto di attenzione in fase di scelta. Per chi non ha mensole il problema non sussiste, mentre chi le ha dovrebbe capire se le dimensioni potrebbero rappresentarne uno.
Infine la capacità dei contenitori, troppo spesso sottovalutata. Se si acquista un modello a capacità limitata si dovrà necessariamente limitare il contenuto di succo da estrarre in una sola sessione.
Questi e altri criteri di scelta, potrebbero infine far lievitare il prezzo finale del dispositivo. Che può andare da poche decine di euro, per i modelli più rudimentali, a svariate centinaia, nel caso in cui si desideri un prodotto in grado di dare vita a prestazioni molto elevate.

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

REGIONE CAMPANIA – A scuola di Mozzarella Dop: al via “Sold out” la quarta edizione del corso per casari. Lezioni on line anche dall’estero

Tempo di lettura stimato: 2 minuti REGIONE CAMPANIA – Ha preso il via la quarta edizione del corso per diventare casari, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.