Ultim'ora
foto di repertorio

EMERGENZA CORONAVIRUS – La Campania è zona gialla, ecco le limitazioni in vigore dal prossimo 6 novembre

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Emergenza Coronavirus – Pochi minuti fa il primo ministro Giuseppe Conte ha spiegato il nuovo decreto che entrerà in vigore il prossimo venerdì 6 novembre 2020. Contiene una serie di limitazioni che variano in base alla gravità del contagio, da regione a regione. Tre le fasce (gialla, arancione e rossa) in cui il governo ha diviso l’Italia. La nostra regione, la Campania, è stata classificata zona gialla.

  • Vietato circolare dalle 22 alle 5 del mattino (salvo motivi di lavoro, salute, necessità)
  • Centri commerciali chiusi nei giorni festivi e prefestivi
  • Chiusi musei, mostre, palestre, piscine, teatri e cinema.
  • Didattica a distanza per le scuole superiori. In presenza per scuole d’Infanzia, Elementari e Medie
  • Sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e bingo
  • Bar e ristoranti chiusi alle ore 18. Asporto consentito fino alle 22, consegna a domicilio senza restrizioni

Queste, in sintesi, le restrizioni che dal prossimo venerdì entreranno in vigore nell’intera regione Campania. Ad esse vanno aggiunte, se più restrittive, quelle già emanate dal governatore Vincenzo De Luca. Fra le restrizioni da aggiungere c’è il divieto di spostamento fra le diverse province della Campania.

Guarda anche

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Rapine, titolari si oppongono ai malviventi: uno fugge, l’altro arrestato. Ferito un passante

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto SANTA MARIA CAPUA VETERE – Quest’oggi una coppia di malviventi ha cercato di realizzare una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.