Ultim'ora

Smartphone come il POS grazie alla tecnologia NFC

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

I professionisti aziendali potranno prossimamente adoperare il proprio dispositivo mobile Android per accettare pagamenti, grazie alla nuova soluzione elaborata e lanciata da Visa per permettere agli smartphone di trasformarsi in veri e propri terminali POS.

L’applicazione si chiama “Tap to phone” è ha il compito di facilitare la vita di chi lavora in mobilità, ma per esigenze di carattere superiore (come il Covid-19, che ci costringe tutti quanti ad adottare uno stile di vita contactless) hanno bisogno di girare con un terminale POS in tasca.

Com’è possibile? Grazie alla tecnologia NFC, pure un normalissimo telefono cellulare può leggere le carte di credito, di debito e i bancomat per permettere i trasferimenti digitali di denaro.

Una soluzione che rende contenti tutti, anche coloro che non sempre girano con i soldi spicci giusti nel borsello e la carte è una maniera molto veloce, efficiente e sbrigativa per risolvere qualsiasi tipo di scambio e fare acquisti.

Lo smartphone diventa così un vero e proprio dispositivo pos per professionisti  costretti a stare attenti alle normative e che, quindi, non sempre sono in grado di accettare soldi in cash. Metti il caso, ad esempio, di un fattorino che deve consegnare una pizza a domicilio

A prescindere dal fatto che pure chi è in quarantena cautelare può benissimo ordinare cibo da asporto con consegna a casa, ma non può categoricamente farsi vedere o entrare in contatto con nessuno al di fuori della sua abitazione, il contactless è una prevenzione utile in qualsiasi situazione. 

In questi giorni, i telefoni cellulari non sono considerati una nuova tecnologia, con uno sforzo di immaginazione.

 Persino gli smartphone hanno subito così tante versioni diverse di se stessi che non sono più indicati come l’ultima delle innovazioni. Tuttavia, questi dispositivi portatili sono tra gli articoli più utilizzati al mondo. Quasi tutti quelli che conosci hanno uno smartphone. E sono utili per una moltitudine di motivi.

Perché è molto meglio utilizzare gli smartphone come terminali POS portatili?

Stranamente, fare telefonate non è nemmeno ciò per cui sono famosi gli smartphone. Certo, puoi chiamare le persone su di loro. Ma puoi anche navigare in Internet, scattare foto, filmare video e accettare pagamenti dai tuoi clienti. Qual è stata l’ultima parte? Sì, titolari di attività commerciali, potete utilizzare i vostri dispositivi mobili per accettare pagamenti dai vostri clienti! Se non l’hai ancora fatto, vorrai sicuramente approfittarne subito.

Uno degli ultimi sviluppi nella tecnologia del punto vendita è il terminale POS mobile. Usando più comunemente un iPad come base, questi nuovi sistemi POS mobili offrono una moltitudine di vantaggi alle aziende di tutti tipi. I sistemi POS e i terminali sono stati parte integrante della gestione di un’azienda sin dall’invenzione del registratore di cassa. Un sistema mobile è più facile da usare, può far risparmiare migliaia e offre al cliente una visione pulita ed elegante.

È facile da imparare e facile da usare. Finché hai uno smartphone, sei pronto per iniziare ad accettare pagamenti dai tuoi clienti. E sai come usare il tuo smartphone, vero? Anche se sei il tipo che si dichiara “non tecnico”, non avrai problemi ad adattarti al processo semplice e veloce di accettare pagamenti mobili.

Tornando a parlate di Tap to  phone possiamo dire che verrà lanciato sul mercato da Visa tra qualche mese e che permetterà a tutti gli esercenti che possiedono un dispositivo Android con chip NFC  lo potranno utilizzare come strumento, unico tra l’altro, di pagamento.

Le persone non dovranno fare altro che scaricare una app android dedicata a questo e dovranno semplicemente avvicinare il dispositivo mobile per autorizzare la transazione, oppure in alternativa usare la carta di credito.

In questo modo un esercente non avrà bisogno di procurarsi un altro dispositivo in più in quanto il suo smartphone si trasformerà in un vero e proprio POS compatibile NFC: questa novità, secondo un sondaggio, sarà accolta positivamente dal 63 per cento delle imprese e dei professionisti e da almeno la metà degli acquirenti.

La sicurezza delle transazioni verrà ancora garantita dal chip EMV:questo significa che ogni operazione verrà elaborata utilizzando un crittogramma dinamico, che è unico e non potrà essere usato nuovamente.

Inizialmente Tap to  phone verrà lanciato in 15 paesi:in Italia dovrebbe arrivare a inizio anno nuovo.

 

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Il ruolo della pandemia sulla crescita esponenziale del numero dei professionisti della programmazione

Tempo di lettura stimato: 3 minuti Le cifre rivelate dall’ultimo report di SlashData parlano chiaro: in sei mesi, da ottobre scorso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.