Ultim'ora

Piedimonte Matese – Calcio, Fc Matese sconfitta nuovamente in casa. Nervi tesi a fine partita: dirigenti  litigano con i tifosi

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Piedimonte Matese – E’ stata una bruttissima domenica per la Fc Matese, conclusa ancora peggio per una lite – a gara conclusa – fra qualche dirigente della società guidata da Luigi Rega e alcuni tifosi assiepati appena fuori lo stadio.  Brutta partita quella che si è disputata oggi pomeriggio sul terreno dello stadio Ferrante di Piedimonte Matese. I padroni di casa hanno ceduto, di schianto, agli avversari – il Castelfidardo – usciti dal campo vittoriosi per tre reti a uno. E il risultato potrebbe essere anche bugiardo, nel senso che gli uomini di mister Maurizio Lauro sono andati spesso vicino alla rete creando azioni pericolose. Gli uomini di mister Urbano non sono sembrati mai in grado di costruire trame di gioco degne di nota, capaci di impensierire l’avversario. Alla prima occasione gli ospiti passano con Branconi che al 22esimo è lesto ad approfittare di uno svarione difensivo matesino. Passa qualche minuto e arriva il raddoppio con Giampaolo che scaglia un tiro rasoterra su quale si avventa, Bruno, il portiere della Fc Matese. Il pallone, invece, sfugge alla presa si infila in reta. Gli uomini di mister Urbano sono frastornati, incapaci di reagire. Solo nella ripresa riesco ad accorciare le distanze, rientrando in partita, con una bella rete di Tommasone.  Il Castelfidardo, però, rimette subito le cose a posto con un tiro dal limite di Fermani che si infila nell’angolino alla sinistra di Bruno, questa volta incolpevole. Siamo al 73esimo, fino al termine della gara, conclusasi dopo 5 minuti di recupero, i matesini non riusciranno mai più ad impensierire la porta difesa da Simone. E’ la quarta sconfitta consecutiva per la matricola del presidente Rega.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Teano – Coronavirus, contagiata commerciante: diversi clienti preoccupati

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Teano – Sono numerosi i clienti di una nota e frequentata attività commerciale, ubicata nel …

17 commenti

  1. In quattro sconfitte dovete spiegarci il perché Delicato e Setola non sono MAI stati sostituiti.
    Riguardate le immagini di tutta la partita e vedete che guai combinano questi due difensori; le loto indecisioni , o meglio assenze, hanno innescato i tre goal

  2. Gli errori più grossi arrivano dai due difensori Setola e Delicato ma in 5 gare il Mister non lì ha MAI cambiati. PERCHÉEEEEEEE

  3. Ma Costantino si butta sempre in terra ma che problemi ha? È sempre super agitato sia in campo che negli allenamenti.
    Non sei un elemento positivo per il gruppo ma il Mister, anche nelle partitelle, fa finta di non vedere. Mah

  4. Presidente più che mollare, dovreste essere più presente per vedere cosa succede con lo staff che avete scelto, cominciando dal mister fino al DS che si è montato la testa
    Promesse, mancanze, calciatori che vengono messi da parte, altri troppo sopravvalutati è molto altro.
    C’è bisogno che mettiate in riga questi signori altrimenti non si va da nessuna parte

  5. Venafro non dimentica

  6. “ Se DOVREI fare un appunto con chi non ha giocato bene…”
    Neanche il telecronista avete buono
    Forza Marchigiani

  7. Se FOVREI scegliere un telecronista, sceglierei quello della Matese
    Forza Castelfidardoooooo

  8. “orgogliosamente matesini” un tubo. Stuami facendo una figura di m.. da.
    Non sono le altre squadre che sono esperte. È che siamo noi un’armata Brancaleone.

  9. Se ‘dovrei’ dire qualcosa ‘dicessi’ ostinatamente matesini

  10. “Urbano non cerca alibi” ma intanto fa di testa sua e i
    due intoccabili bimbiminchia in difesaaaaa sono sempre stata n campo

  11. Piedimonte ultas

    Si è rotto il giocattolo ed il presidente minaccia di abbandonare perché i tifosi, GIUSTAMENTE contestano. Per magia si rivedono anche il resto dei dirigenti che si era assopito.
    Andate sul campo e vedrete che schifo succede .

  12. Dirigenti assenti e silenziosi. Una pagina Facebook della società che non funziona. I giocatori che vengono intervistati dal Notte Biancoverde, che fa ridere gli stessi giocatori tanto è sgrammaticata e ripetitiva. Mi pare chr il tutto stia morendo ancor prima di nascere.

  13. Non è per voi la D. Presunzione dei giocatori e scostumatezza ( sempre in 10 e cartellini gialli a go’ go’), dirigenti che fino a ieri giocavano anonimamente in eccellenza adesso diventati direttori tecnici senza averne le competenze, mister che pur di far giocare due ragazzini stravolge gli equilibri dello spogliatoio e della squadra.
    Preside’ portatill a mogn e bufal, a tutti

  14. Giocatori sempre ammoniti e/o espulsi dimostra che questi giocatori non hanno né amore per la squadra né caratteristiche che si addicono a giocatori di serie D. Un portiere che si becca ben 4 giornate di squalifica alla seconda partita, per non parlare degli altri, invece di fare organico smantellano la squadra.

  15. Presidente fate bene ad abbandonare questo barraccone.
    Oltre a fumare e bere davanti al bar, i discorsi più frequenti sono i cachet che percepiscono dalla società ( Costantino, Langellotti e Riccio quelli con le bocche più aperte)
    Insomma, tutti vedono e sentono ma nessuno li sbatte in panchina perché intoccabili insieme ai due under che combinano solo guai ( tutti i goal subiti partono dalle loro mancanze)

  16. Ma Loffreda, Peppe, Costarella e tanti altri ma dove siete stati fino ad oggi?
    Facile delegare tutto al presidente ma sotto sotto continuate a creare il solito pettegolezzo becero.
    Basti pensare i danni che combina ancora Pollicino

  17. Pollicino ahhaa ha , ancora lì sta? Da sempre la pettegolA dei tre pini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.