Ultim'ora
foto di repertorio

Teano – Coronavirus, contagiato va a spasso: per prelevare al bancomat. Il sindaco: sarà denunciato

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Teano – Il sindaco del paese, Dino D’Andrea, è furibondo perché diverse persone sottoposte a quarantena non rispetterebbero l’ordinanza. Spesso si sarebbero allontanate dalle proprie abitazioni – nella quali dovrebbero trascorrere il periodo di quarantena, come prescrive la legge e la procedura anti covid19 – per andare in giro per il paese. Emblematico il caso di un contagiato che, senza esitare, si sarebbe recato presso uno sportello bancomat del paese a fare un prelievo. “Stiamo visionando e acquisendo i filmati delle telecamere del nostro sistema di video sorveglianza per avere le necessarie prove per denunciare chi non rispetta le regole mettendo in pericolo la salute e la serenità dell’intera comunità”. Queste le parole del sindaco del paese che inoltre precisa: “domani denunceremo gli autori delle violazioni alla Procura della Repubblica. E’ intollerabile e disarmante constatare l’irresponsabilità di alcune persone”.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Teano – Coronavirus, 122 guariti. Il sindaco: Le terapie mirate e precoci funzionano

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Teano – Il sindaco Dino D’Andrea non ha dubbi: le terapie precoci e mirate funzionano. …

un commento

  1. Saranno denunciati? Io non ci credo, visto come girano impuniti con le mascherine non indossate tantissimi cittadini da queste parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.