Ultim'ora
Vincenzo De Luca

REGIONE CAMPANIA – Coronavirus, De Luca: “dobbiamo conviverci” e richiama le forze dell’ordine: “sono sparite”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Regione  Campania – Il presidente della regione Campania De Luca è stato chiaro: “dobbiamo convivere con il virus ma abbiamo bisogno di controlli accurati da parte delle forze dell’ordine”. È un fiume in piena il governatore della Campania Vincenzo De Luca contro gli atteggiamenti irresponsabili dei campani ma soprattutto contro le forze dell’ordine che non effettuano i controlli dovuti. L’aumento vertiginoso dei contagiati  è dovuto soprattutto ai tamponi effettuati negli ospedali anche a chi va per patologie diverse da quelle influenzali, oltre che agli aeroporti.  Ormai è una situazione difficile che non può essere gestita se non con l’uso della mascherina e il distanziamento sociale. Nessuna chiusura, quindi, prospettata  nei giorni scorsi, ma una convivenza con il virus. Proprio in base alla decisione assunta di convivere con il Covid, il governatore si scaglia a muso duro contro  tutte le forze dell’ordine: “sono sparite”, ha dichiarato. Un richiamo anche al Ministero dell’interno: “ non è possibile che non intervenga”. Il neo rieletto Governatore, in sintesi, non chiuderà la Campania ma pretende controlli accurati e multe da parte delle forze dell’ordine per chi fa assembramenti e non indossa la mascherina

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

DRAGONI / ALIFE – INSEGNANTE STRONCATA DAL MALE DEL SECOLO, DUE COMUNITÀ IN LUTTO

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto DRAGONI / ALIFE – Ha perso la sua battaglia contro il cancro Ilaria Farina, insegnante …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.