Ultim'ora

PIETRAMELARA – Recupero Palazzo Ducale “Paternò/Caracciolo”, concluso l’iter di finanziamento: a breve l’inizio dei lavori

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

PIETRAMELARA – Si è finalmente concluso l’iter del finanziamento del Mibact relativo al recupero di parte del Palazzo Ducale “Paternò/Caracciolo” che viene inserito nell’elenco dei progetti “Bellezz@-Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati”. Presso la presidenza del consiglio dei ministri, grazie al fondamentale intervento politico istituzionale della deputata del nostro territorio on. Margherita Del Sesto, entriamo a pieno titolo con un nostro Monumento nei luoghi da tutelare e recuperare della Regione Campania. Nei giorni scorsi è stato sottoscritto il disciplinare dall’ADG del Ministero dei Beni Architettonici e Culturali per potere dare corso alle procedure di affidamento dei lavori. L’Amministrazione Comunale ha già impartito indirizzi operativi e sono già in corso le pubblicazioni e gli avvisi di evidenza pubblica.

Il Palazzo Ducale “Paternò/Caracciolo”, sulla base delle relazioni prodotte al Ministero sulla scorta di antichi documenti feudali, risulta in costruzione a fine 400 ad opera dei Monforte: feudatari di Pietramelara. La struttura del grande edificio, dalle linee perfette e severe, dallo stile rinascimentale, è rimasto intatto nella sua configurazione ed articolazione. La sua localizzazione, nell’area di espansione rinascimentale del borgo medievale di Pietramelara e la sua prossimità alla chiesa e monastero degli Agostiniani di metà 400, ne arricchiscono il pregio.

Attraverso le opere previste si provvederà prima ad adeguare e rendere funzionali alcuni locali del piano nobile, tra cui principalmente il grandioso Salone d’Onore, poi si realizzeranno i completamenti architettonici. Saranno riprese le pavimentazioni in cotto nel rispetto della tradizione, con rifacimento di alcuni infissi con tipologia tradizionale, intonaci (rappezzi e tinteggiatura) a calce, in materiali tradizionali e, inoltre, la pulizia e il restauro affreschi e di alcune camere. Saranno poi realizzati l’impianto d’illuminazione, l’impianto di amplificazione e il sistema acustico, elettrico e di allarme con videosorveglianza, oltre alla sistemazione e realizzazione dei servizi. Ed ancora attraverso la fornitura di idonei arredi (librerie, vetrine espositive, scaffali archivio), di computer video-proiettori, di arredo Foresteria, potranno essere allestite sale convegni, sale studio, una biblioteca specializzata del Medioevo, del Rinascimento e del Barocco. Sarà, inoltre, sistemato il cortile esterno mediante pavimentazione in basolato di pietra e sottoservizi, e saranno ripuliti e risistemati quelli della corte di accesso al palazzo. L’obiettivo è certamente quello di far rivivere un edificio che rappresenta la storia non solo di Pietramelara ma anche dell’intero territorio. Grazie alle opere progettate, potranno organizzarsi eventi vari quali Convegni di divulgazione su arti ed eventi del Medioevo e Rinascimento (ideazione, organizzazione, realizzazione) cortometraggi, pubblicazioni, concerti e, ovviamente, visite guidate.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

CASERTA – Identificata la madre della neonata abbandonata in ospedale e positiva al Coronavirus. E’ di origini rom

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto CASERTA – Gli inquirenti, dopo una lunga indagine, sono riusciti a scoprire l’identità della madre …

un commento

  1. Si lamentavano all’inizio del loro mandato che il comune era indebitato per oltre 4 milioni e che questo debito lo avevano creato quelli dell’attuale opposizione insieme ai dipendenti comunali. Ora spendono soldi a manca e dritta:
    Caserma in via Angelone
    Scuola elementare
    Caserma in area mercato
    Dossi vari e paletti
    Asfalto delle strade
    Panchine
    Poliambulatorio
    Campi di bocce
    Palazzo ducale
    Illuminazione
    Protezione civile
    Isola ecologica
    Pulizia strade di campagna
    Segnaletica varia e numeri civici per le case

    Ma Sti soldi ci sono o non ci sono???? Io non vi capisco…ma quelli di prima non è che vi hanno lasciato 4 milioni di depositi e non di debiti???
    Quasi quasi mi fate venire voglia di votarvi anche a me (….non lo farò mai) visto che siete così bravi a trasformare i debiti in crediti!!!! Forse potete anche aiutarmi a fare una magia con i miei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.