Ultim'ora

Partita Iva e conto corrente: tutto quello che devi sapere

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Oggi in Italia sono sempre di più coloro che per avviare un’attività propria scelgono di aprire una Partita Iva come lavoratori indipendenti, piuttosto che come azienda vera e propria. In realtà, anche se si parla di “lavoratori indipendenti”, si fa riferimento almeno a tre forme giuridiche:

  • Lavoratore autonomo: una persona fisica che compie, sotto compenso, un’opera o un servizio nei confronti di un committente. Conosciuti comunemente anche come freelance, molto spesso sono iscritti a un albo professionale.
  • Libero professionista: si differenzia dal lavoratore autonomo in quanto offre contenuti intellettuali, piuttosto che servizi veri e propri. Questa categoria di lavoratori non è tenuta ad iscriversi al Registro delle Imprese.
  • Imprese individuali: si tratta del soggetto che esercita un’attività economica organizzata a scopo professionale che prevede lo scambio di beni e servizi. La ditta individuale si può sviluppare o sotto forma di persona fisica o come soggetto giuridico. Fanno parte di questa categoria artigiani e commercianti, e hanno l’obbligo di iscriversi alla Camera di Commercio.

La differenza fra l’uno e l’altro tipo di lavoratore è talvolta minima, ma dal punto di vista fiscale le differenze si fanno più evidenti. A cambiare sono anche i regimi fiscali: in base al tipo di attività, al volume di fatturato e alle esigenze specifiche sarà il commercialista a suggerire il migliore da adottare.

Il conto corrente del professionista

Anni fa l’apertura della Partita IVA, indipendentemente dalla tipologia e dalla forma giuridica, coincideva obbligatoriamente con l’apertura di un conto corrente aziendale. Le cose però sono cambiate con il decreto Bersani e, se per realtà imprenditoriali come S.r.l., S.p.a., S.n.c., S.a.s. ed aziende quest’ obbligo permane, non è più così nel caso dei liberi professionisti.

Pur essendo certo necessario un conto corrente, con il decreto Bersani si è stabilito che questo non deve essere necessariamente un conto corrente business, ma può essere anche quello privato del titolare della Partita IVA. L’importante, infatti, è che vi sia modo di ricevere versamenti di crediti fiscali e previdenziali in maniera telematica.

È chiaro che tuttavia ancora oggi la maggior parte i professionisti sceglie di aprire un conto corrente di tipo aziendale. Il motivo? Una più facile e chiara gestione dei propri conti, cosa che è tutt’altro che scontata e di sicuro molto utile sotto tanti punti di vista. Per esempio in caso di controlli, di condivisione di conto e beni con altre persone, per un’immediata verifica di spese/accrediti relativi all’attività professionale e, in generale, per avere accesso a funzionalità specifiche per i professionisti. Ovviamente trovare un conto corrente che sia performante e allo stesso tempo affidabile e trasparente non è cosa facile. La neo-banca francese Qonto si propone come soluzione a tutte queste esigenze.

Qonto: il conto corrente per le Partite IVA

Qonto è uno dei conti correnti online più apprezzati dai titolari di partita IVA. Grazie a Qonto non si ha a disposizione solo un conto corrente per la gestione del flusso di denaro in entrata ed in uscita, ma un vero e proprio strumento strategico e innovativo, capace di agevolare la gestione finanziaria e contabile del business e di consentire un lavoro più agile e rapido.

Questo istituto si distingue nel panorama finanziario per la serietà e la trasparenza: i professionisti infatti hanno a disposizione un conto aziendale con zero spese nascoste, e una serie di servizi unici per la gestione finanziaria e contabile del business e una grande convenienza.

Il conto si gestisce da remoto, dall’app di Qonto o direttamente da un PC: in qualunque momento, ovunque ci si trovi, purché vi sia copertura di rete. In poche mosse è possibile verificare i movimenti che ci sono stati sul conto e/o effettuati con la carta aziendale, effettuare ogni operazione di verifica e controllo, fare bonifici, anche multipli. Essendo un conto 100% online, permette di svolgere ogni tipo di operazione senza recarsi direttamente in filiale, evitando così le lunghe code agli sportelli: un bel risparmio di tempo.

Sei un professionista e vuoi godere di tutti questi vantaggi? Scopri il conto corrente online per persone giuridiche di Qonto: bastano solo 15 minuti e potrai aprirlo direttamente online.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Come trovare il drone migliore: i fattori da prendere in considerazione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Negli ultimi anni, i droni sono diventati dei dispositivi molto diffusi. Le ragioni di questa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.