Ultim'ora
foto di repertorio

Caianello / Riardo – Malori e follie, equipaggio del 118 aggredito da un 26enne

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Caianello / Riardo –  Brutta avventura, questa sera, per l’equipaggio del 118 di Caianello. L’autista, il medico e l’infermiere sono stati offese, insultati e minacciati. Nonostante tutto hanno fatto il loro dovere trasferendo il paziente presso l’ospedale di Piedimonte Matese. Ma l’episodio è un forte campanello di allarme per la sicurezza degli operanti del pronto intervento sanitario.  Tutto è partito quando alla centrale operativa è arrivata la richiesta di aiuto. Sono stati i genitori a chiedere l’intervento dell’ambulanza quando hanno visto il loro figlio – un 26enne di origini albanesi – colto da un malore. All’arrivo dei medici l’intera famiglia si è scagliata contro i medici con insulti e offese. Poi, improvvisamente il 26enne, nonostante il malore, si sarebbe scagliato contro l’equipaggio del 118. Per fortuna, alcune persone che si erano radunate nei pressi dell’abitazione sono riuscite a bloccare l’aggressore evitando che arrivasse a contatto con i medici. Dei fatti sono stati informati anche i carabinieri della compagnia di Capua, nelle prossime ore le vittime potrebbero sporgere denuncia.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Vairano Patenora / Teano – “Diritto di precedenza”, lite all’incrocio: due giovani si picchiano

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Vairano Patenora / Teano – Sono scesi dalle auto e si sono “menati” senza esclusione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.