Ultim'ora

Pietramelara – Spaccio di droga, chiusa l’indagine su De Luca: verso il processo

Pietramelara –  L’indagato resta in carcere, non ha offerto alcuna collaborazione con Procura per favorire gli investigatori nell’individuare eventuali amici di “cordata”. Del resto appare improbabile che l’uomo possa aver fatto da solo e soprattutto i nomi di eventuali finanziatori. Sì, perché servono grossi capitali per acquistare quell’enorme quantitativo di droga. Ma lui, Pierluigi De Luca, non parla e continua a sostenere di aver fatto tutto da solo, assumendosi quindi ogni responsabilità. Eppure collaborando potrebbe aiutare se stesso e, magari, ottenere uno sconto sulla probabile condanna. Allora, si domandano in paese, perché non collabora? Paura? Oppure scarsa conoscenza dei rischi a cui va incontro. Intanto nei giorni scorsi è stata notificata all’indagato la chiusura delle indagini a suo carico. E’ il preludio all’avvio del processo che potrebbe essere fissato già per il prossimo autunno.
Una situazione, quella di De Luca, molto pesante, se si considera la grossa quantità di cocaina scoperta dalle fiamme gialle di Aversa. Quasi 2 chilogrammi di stupefacente.  La vicenda nasce da una indagine condotta dai baschi verdi, guidati dal tenente Di Lorenzo, della Fiamme Gialle di Aversa.

Pietramelara – Spaccio di droga, De Luca confessa e resta in carcere

Pietramelara – Spaccio di droga, De Luca davanti al giudice. Diverse ombre da chiarire

Pietramelara – Spaccio di droga, De Luca trasferito in carcere. Gli ordini arrivavano via social

Pietramelara – Spaccio di droga, barista scoperto con 1 kg di cocaina: arrestato

Guarda anche

Milioni di litri di alcol di contrabbando: venti denunce e un arresto

Caserta – Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Treviso, con il coordinamento della Procura …