Ultim'ora

Emergenza Coronavirus – I vertici sanitari temono nuova esplosione dei contagi, la giunta regionale della Campania avvia l’organizzazione

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Emergenza Coronavirus –   L’emergenza dettata dal Coronavirus fa paura, soprattutto fra gli esperti, cioè, fra coloro che sanno leggere dati e numeri, fra coloro che riescono a guardare oltre il proprio naso.  La Giunta della regione Campania dirama linee guida per arginare l’emergenza da Coronavirus, soprattutto in previsione di una nuova ondata di contagi che potrebbe acuirsi con la fine dell’estate.
Chiaro il documento – emesso lo scorso 8 luglio 2020 a firma di Antonio Postiglione, direttore generale del sistema sanitario regionale – che ha come oggetto disposizioni urgenti in merito al piano di potenziamento e riorganizzazione della rete assistenziale territoriale. Il decreto legge emesso lo scorso maggio prevede che le Regioni adottano  piani di potenziamento  e riorganizzazion  della  rete assistenziale, al fine di rafforzare l’offerta sanitaria e sociosanitaria territoriale, necessaria a fronteggiare l’emergenza epidemiologica conseguente alla diffusione del  virus SARS­ Cov-2. Tali piani si rendono necessari soprattutto in una fase di progressivo allentamento delle misure di lock-down, con l’obiettivo di implementare e rafforzare un solido sistema  di accertamento diagnostico, monitoraggio e sorveglianza della circolazione di SARS-CoV-2, dei casi confermati e dei loro contatti.
Il fine ultimo é  quello di intercettare tempestivamente eventuali focolai di trasmissione del virus, oltre ad assicurare una presa in carico precoce dei pazienti contagiati, dei pazienti in isolamento domiciliare obbligatorio, dimessi o paucisintomatici non ricoverati e dei pazienti in isolamento fiduciario.  Il Piano Regionale di potenziamento e riorganizzazione della rete assistenziale terrà conto delle specifiche realtà e esigenze di ogni azienda sanitaria locale.
La giunta regionale indica le principali linee di indirizzo di natura programmatica sulla base delle quali i Direttori  Generali delle ASL sono tenuti a predisporre i piani di assistenza territoriali aziendali  che, debitamente redatti, devono essere  trasmessi, alla Direzione Generale, entro e non oltre il prossimo 17 luglio 2020.
I piani devono contenere  le specifiche misure di potenziamento e riorganizzazione richieste, nonché le relative azioni da mettere in campo corredate da un cronoprogramma che definisce l’arco temporale entro il quale l’Azienda si impegna a realizzare quanto richiesto.
 «Siamo di fronte a un evento epocale che durerà anni. La proroga dello stato d’emergenza per il coronavirus è assolutamente indispensabile perché siamo ancora in una fase di crescita mondiale della pandemia e in questa situazione nessuno può dirsi al sicuro». Lo ha detto Walter Ricciardi, docente di sanità pubblica alla Cattolica e consulente del ministro Speranza. Caldo e alto tasso di umidità ostacolano la diffusione del virus, «ma da soli non bastano a contrastarlo, come dimostra l’esplosione dei contagi in Paesi caldi – dice -. Vedo un grande sbracamento generale anche da noi però. Gli italiani si diano una regolata perché continuando così perderemo l’occasione di ridurre drasticamente i contagi».

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Guarda anche

ELEZIONI POLITICHE – Presentati 101 simboli: dal Partito della Follia a Italiani con Draghi

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Sono stati presentati i simboli – ben 101 – per le prossime elezioni politiche previste …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sette + 4 =

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.