Ultim'ora

Marzano Appio – Lui cura il suo terreno, qualcuno gli spacca le gomme dell’auto: è “solo” intolleranza” verso i forestieri

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Marzano Appio – La sua unica colpa, probabilmente, è stata quella di avere una vettura con targa “forestiera”. Così è stato scambiato per uno dei tanti turisti – indesiderati – attratti dai magnifici boschi del vulcano Roccamonfina. Nessuna esitazione quindi a squarciare i pneumatici del veicolo parcheggiato lungo la provinciale che collega Marzano Appio con la vicina Roccamonfina. All’uomo non è rimasto altro che sporgere denuncia contro ignoti presso la locale stazione carabinieri. Un episodio emblematico di ciò che accade spesso nella zona del Roccamonfina dove i proprietari terrieri “locali” appaiono sempre più insofferenti verso coloro che arrivano da fuori. Una insofferenza che appare essere giustificata da “furti” di castagne e di pregiati funghi. Ma non solo. Molti residenti accusano di aver subito furti anche di ortaggi e frutta di stagione. Così, giusto a scopo “precauzionale” quando si vede una vettura in sosta di qualche forestiero, è meglio lasciare un segno chiaro, un avvertimento preciso. E le gomme squarciate rendono bene l’idea. Nel caso specifico il “bersaglio” dell’avvertimento è stato sbagliato. Infatti la vittima, pur essendo un forestiero, è proprietario di un fondo sul quale si era recato per effettuare dei piccoli lavori.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

IL CASO – Esami di stato, un esercito di privatisti, Gran parte all’Alberghiero. Tanti dubbi

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Caserta – Gli esami di stato si avvicinano, il diploma per circa mezzo milione di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.