1

Pozzilli / Bojano – Operaio schiacciato alla Sieroplast, 4 indagati

Pozzilli / Bojano – Sono quattro, per ora, le persone indagate per la morte del giovane operaio alla Sieroplast. Domenico, pochi giorni fa, venne schiacciato da una pressa. La Procura della Repubblica di Isernia vuole fare chiarezza sulla tragedia in cui ha perso la vita il 22enne di Bojano. Un importante contributo all’inchiesta arriverà dalla relazione dei medici che hanno eseguito l’autopsia sul corpo della vittima. L’uomo avrebbe aperto il pannello per accedere nell’area del pallettizzatore, il macchinario si sarebbe fermato per poi ripartire, improvvisamente, nonostante la presenza dell’operaio all’interno della zona protetta. La pressa lo avrebbe schiacciato in pochissimi secondi. Nessun altro lavoratore, nell’immediatezza dei fatti, si sarebbe accorto dell’incidente. Il corpo, ormai senza vita, del 22enne sarebbe stato scoperto solo più tardi. C’è chi ipotizza un intervallo di tempo di oltre 15 minuti.  Ora saranno i medici incaricati dalla Procura della Repubblica di Isernia a spiegare molti aspetti della vicenda. Le indagini sul caso sono affidate ai carabinieri della compagnia di Venafro, guidati dal maggiore Giacona, che stanno raccogliendo testimonianze e dati sulla tragedia che si è consumata lo scorso sabato sera nella zona industriale di Pozzilli, esattamente all’interno della Sieroplast. Domenico D’Amico aveva appena 22 anni.

Leggi anche:

Pozzilli / Bojano – Tragedia sul lavoro, muore giovane calciatore