Ultim'ora
Foto di repertorio

Pietramelara – Droga, autentica piaga sociale. Nell’indifferenza generale. Preoccupa più un’antenna

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Pietramelara – Il consumo di droga in paese sarebbe molto forte tanto da raggiungere livelli preoccupanti. L’attenzione degli investigatori sul piccolo centro ai piedi del Montemaggiore è altissima. Le ultime operazioni hanno confermato i sospetti: in paese, così come nei comuni limitrofi, si fa largo uso di sostanze stupefacenti. Lo scorso 13 maggio l’operazione – da parte delle fiamme gialle di Aversa – più eclatante con l’arresto di un giovane barista e il sequestro di circa 2 kg di cocaina purissima. In precedenza numerose altre operazioni, condotte dai carabinieri, con numerosi altri arresti, hanno dimostrato che il mercato della droga a Pietramelara è sempre fiorente. Tutto avviene, però, nell’indifferenza generale. Molti cittadini di Pietramelara sembrano essere preoccupati più dall’installazione di un’antenna telefonica (però vanno tutti con il telefonino in mano) che dal fiorente mercato della droga.
Le motivazioni che spingono verso le droghe, secondo una recente ricerca condotta a livello Nazionale, sono lo stress e il senso di ribellione. Sono 4 milioni gli italiani che hanno utilizzato almeno una sostanza stupefacente illegale e, di questi, mezzo milione ne fa un uso frequente. L’Istat ha stimato 6,2 milioni di utilizzatori di cannabis, un milione quelli che usano cocaina, 285mila gli eroinomani e 590mila i drogati ‘chimici’ di ecstasy, Lsd, amfetamine.  La spesa per il consumo di stupefacenti in Italia ammonta a 14,4 miliardi di euro (il 40% per cocaina, il 28% per la cannabis e il 16% eroina). Le attività economiche connesse al mercato delle sostanze psicoattive illegali rappresentano il 75% del business e pesano per lo 0,9% sul Pil. Solo considerando la fascia di età 15-64 anni, il 22% ha fatto (e probabilmente lo fa tutt’ora) uso di stupefacenti. La cannabis rimane la sostanza psicoattiva più ricercata e consumata da giovani (oltre un quarto degli studenti delle superiori ne ha fatto uso), ma anche dagli adulti.

 

 

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Santa Maria Capua Vetere – Il Rugby Clan riprende a giocare. Il presidente della FIR Regionale in visita sul campo

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Santa Maria Capua Vetere – Rugby Clan, continuano le attività del Rugby Clan di Santa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.