Ultim'ora
foto di repertorio

PIETRAMELARA – Coronavirus e mascherine irregolari, sequestrati 30mila pezzi: commerciante denunciato

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

PIETRAMELARA –  Dopo un’operazione durata circa 5 ore, i Baschi Verdi di Aversa hanno sequestrato circa 30mila mascherine (quelle tanto richieste in questa emergenza Coronavirus) perché irregolari. In dettaglio i finanzieri hanno accertato l’irregolarità del marchio CE. Il titolare dell’attività oggetto della verifica è stato denunciato alla Procura della Repubblica per frode in commercio.
L’azione parte nella tarda mattina di oggi, durante un normale posto di blocco (effettuato dagli stessi uomini delle Fiamme Gialle) per controlli su strada. Viene fermato e verificato un corriere che doveva consegnare una grossa partita di mascherine al negozio di Pietramelara. Gli investigatori accertano l’irregolarità dei prodotti e, quindi, procedono anche alla verifica nell’azienda destinataria dei prodotti irregolari. Nel negozio di Pietramelara vengono trovate altre mascherine, simili a quelle  trasportate dal corriere, anch’esse irregolari nel marchio CE.  Tutti i prodotti ritenuti irregolari sono finiti sotto sequestro, mentre il titolare dell’attività commerciale è stato denunciato a piede libero.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Villa Literno – Tornano in paese per le vacanze estive, positivi al Coronavirus

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Villa Literno – Due persone che vivono, per ragioni di lavoro, all’estero, sono tornate in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.