Ultim'ora

CASERTA – CONTRASTO DEL TRAFFICO E SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, ARRESTATI PADRE E FIGLIO

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

CASERTA – L’operazione di polizia è stata realizzata nell’ambito di un servizio della Squadra Mobile Casertana, con l’ausilio delle unità cinofile della GDF del Gruppo dei Baschi Verdi di Aversa, predisposto al fine di contrastare il fenomeno del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti che, nonostante l’apparente ridimensionamento subito a seguito delle misure adottate per fronteggiare la pandemia da Coronavirus, continua ad imperversare sul territorio. I Poliziotti della sezione “Falchi”, nell’ambito del servizio, riconoscevano il 26enne in quanto sottoposto alla misura coercitiva dell’obbligo di firma, proprio in ragione dei precedenti specifici . Poiché si trattava di soggetto già noto, decidevano di controllarlo e, pertanto, intimavano l’“ALT POLIZIA”. L’uomo, preso atto del controllo, manifestava fin da subito un certo nervosismo che non sfuggiva all’occhio dei poliziotti; perciò, decidevano di procedere, convinti che lo stesso continuasse l’illecita attività, a perquisizione domiciliare. Giunti nei pressi dell’abitazione, in un rione popolare della Città di Caserta, urlava, dall’esterno dell’abitazione, al Padre di non aprire la porta di casa. Il 53enne, il quale si trovava all’interno dell’appartamento, intuito che il figlio era accompagnato dai poliziotti, immediatamente si recava, sfondando la porta che era chiusa a chiave, nella camera dei nipoti e gettava dalla finestra numerosi involucri di sostanza stupefacente che però venivano immediatamente recuperati da altro personale dei “Falchi” che si era posizionato in previsione di tale stratagemma. L’atto quindi sortiva esito positivo in quanto all’interno dell’abitazione venivano ritrovati anche un bilancino di precisione e circa 4.000,00 euro divisi in banconote di vario taglio, sicuro provento dell’attività di spaccio. Attraverso le successive verifiche tecniche era possibile stabilire che si trattava di “Cocaina”, per un peso lordo complessivo di circa 21,00 gr. Per tali fatti, dopo gli accertamenti di rito, padre e figlio venivano dichiarati in arresto e, come disposto dal P.M. di Turno competente, tradotti presso il carcere di Santa Maria C.V. in attesa del giudizio di convalida.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Piedimonte Matese – Coronavirus, caos in ospedale: due pazienti positivi. Personale sotto sorveglianza. Mancano procedure idonee anti contagio

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Piedimonte Matese – Regna il caos nell’ospedale di Piedimonte Matese. Gran parte del personale finisce …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.