Ultim'ora

MATESE –Covid-19 fase 2: poco spazio allo sport, Luigi Ferritto scrive a De Luca

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

MATESE – Ancora qualche giorno e prenderà il via la tanto attesa fase 2, in molti auspicano che le libertà siano maggiori rispetto a quelle prospettate finora dal Governo. Soprattutto gli sportivi in questa fase avvertono ancora di più il senso di costrizione generato dal lockdown. A richiedere maggiore libertà e più spazio allo sport all’aria aperta è il celebre campione matesino di mountain bike, Luigi Ferritto, il quale ha deciso di rivolgere una lettera al presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, che di seguito riportiamo: “Per la “fase 2” del 4 maggio, vi chiedo che la road map per contrastare il coronavirus tenga conto di runner e ciclisti perché è un grave errore vietare l’attività motoria. Vietare le attività sportive è un danno per la salute pubblica, l’esatto contrario di quanto in questo momento si vuole ottenere. Certamente, in questo frangente, deve essere reso possibile farlo in sicurezza, in luoghi isolati, in solitaria, mantenendo quello che è il distanziamento sociale. Cislisti e runner sono additati come potenziali propagatori dell’infezione virale: gli untori! In realtà correndo o pedalando in solitudine, non provocano la diffusione del coronavirus, diversamente da chi passeggia in gruppo tra altre persone. Il contagio si diffonde maggiormente da chi esce tutti i giorni andando a lavorare o da chi esce ogni giorno per andare a fare la spesa nei supermercati, luoghi dove a volte è davvero difficile mantenere le distanze di sicurezza. Un vera e propria perdita di lucidità comunicativa! Il  trasporto pubblico di massa sarà visto con sospetto per la paura del contagio, così come per le auto dove l’abitacolo è un ambiente chiuso con poco ricambio di aria (già oggi la regola che devi trasportare il passeggero dietro). La  bicicletta potrebbe essere una soluzione per rispondere alla mobilità urbana. Consente di mantenere la distanza e il suo uso favorisce l’attività fisica mantenendo i polmoni meglio ventilati e capaci di sopportare un eventuale stress della malattia. Le amministrazioni devono riflettere sul nuovo scenario di mobilità urbana con campagne di comunicazione per la mobilità dolce e sostenibile, convenzioni con le società di bike sharing, agevolazioni per acquisto delle biciclette. Ciclisti e runner non chiedono l’anticipazione del passaggio dal lockdown alla normalità, ma una giusta valutazione, a livello Regionale, che tenga conto oggettivamente delle loro realtà senza dimenticarli”.

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Pratella – Tragedia nella frazione Roccavecchia, oggi il funerali di Antonio

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Pratella – Si è svolto oggi il rito funebre di Antonio Riccio, il 50enne morto …

un commento

  1. De Luca figuratevi se pensa a Ferritto, ora la priorità è la poltrona da riconquistare,speriamo che per lo meno lui mantenga la promessa della dei 900 milioni per fronteggiare L emergenza Covid 19,come sembra finora di quei soldi ancora nulla.Solo tante promesse e tanta pubblicità ormai sono arance senza succo,e a pagarne le spese sono i poveri cittadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.