Ultim'ora

CORONAVIRUS Un brano musicale contro la paura e l’ansia. Lo assicura la scienza

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

(di Alessandro Staffiero) In questo periodo emergenziale di costante ansia e paura sul presente e sopratutto su quello che ci prospetta il futuro, la scienza potrebbe venirci incontro con uno studio effettuato proprio sulla gestione dell’ansia: se vuoi che la tua mente e il tuo corpo durino, devi dare la priorità a dare loro un periodo di riposo. Quale mezzo migliore se non la musica che è un modo semplice per scaricare un po ‘di pressione da tutti i ping, i dings, le app, i tag, i messaggi, le e-mail, le notizie, le incombenze e le scadenze che possono facilmente aumentare il livello di stress e farti sentire esausto e ansioso. Quando si tratta di ridurre l’ansia, la posta in gioco non potrebbe essere più alta. Lo stress aggrava o aumenta il rischio di problemi di salute come malattie cardiache, obesità, depressione, problemi gastrointestinali, asma e altro. Ancora più preoccupante, un recente articolo di Harvard e Stanford ha scoperto che i problemi di salute dovuti allo stress del lavoro da soli causano più morti del diabete, dell’Alzheimer o dell’influenza.

Tutti sanno che devono gestire il proprio stress : quando le cose si fanno difficili sul lavoro, a scuola o nella vita personale, puoi usare tutti i consigli, i trucchi e le tecniche che riesci a trovare per calmare i nervi e perche’ non usarne una sostenuta dalla scienza?

Le terapie del suono sono state a lungo popolari come modo per rilassare e ripristinare la propria salute. Per secoli, le culture indigene hanno usato la musica per migliorare il benessere e migliorare le condizioni di salute.

Lo studio  in questione è stato condotto su partecipanti che hanno tentato di risolvere i puzzle difficili il più rapidamente possibile mentre erano collegati ai sensori. Gli enigmi hanno indotto un certo livello di stress e i partecipanti hanno ascoltato diverse canzoni mentre i ricercatori hanno misurato l’attività cerebrale e gli stati fisiologici che includevano la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e la frequenza della respirazione.

Secondo il Dr. David Lewis-Hodgson dei Mindlab International , che ha condotto la ricerca, la canzone più famosa ha prodotto un maggiore stato di rilassamento rispetto a qualsiasi altra musica testata fino ad oggi.

In effetti, l’ascolto di quella canzone – “Weightless” (senza peso) – ha comportato una sorprendente riduzione del 65 percento dell’ansia complessiva dei partecipanti e una riduzione del 35 percento delle loro normali percentuali di riposo fisiologico.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Emergenza Coronavirus – Alto Casertano e Matese, 21 positivi su 37 abitano qui: resta l’allerta

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Emergenza Coronavirus – L’area compresa fra il Matese e l’Alto Casertano resta una zona fortemente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.