Ultim'ora

Alvignano –  Psicosi Coronavirus, cinesi costretti a chiudere i negozi

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Alvignano – C’è preoccupazione in una larga fetta della cittadinanza di Alvignano per il caso legato ad una famiglia cinese che da anni risiede ed opera commercialmente in paese. Il capofamiglia, qualche mese fa, era rientrato in patria per motivi personali. Una volta arrivato nel suo paese di origine, per effetto del coronavirus, è rimasto bloccato in quarantena. Poi, terminato il periodo di isolamento è rientrato qui ad Alvignano. Sta bene. Non è contagiato. Ma questo alla popolazione non sembra bastare. La preoccupazione è tantissima e l’attività commerciale sembra essere vista come un “pericolo”. Così l’uomo avrebbe deciso di chiudere l’attività commerciale fino al 15 marzo. Un modo, probabilmente, per rassicurare l’intera popolazione. Una decisione, quella della chiusura dall’attività, che sarebbe stata adottata anche da altri commercianti cinesi nei paesi limitrofi, come, ad esempio, Caiazzo.

Guarda anche

SCUOLA e CORONAVIRUS – Il Governo ci ripensa: niente DAD con un solo contagiato

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Non verrà attuata la didattica a distanza in caso di un solo positivo in classe. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.