Ultim'ora

Piedimonte Matese – IMU 2014, persi 100mila euro. 500 accertamenti indietro per mancata notifica. Ma la LM digitale incassa lo stesso

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Piedimonte Matese – I numeri sono impietosi e mettono a nudo, ancora una volta, l’incapacità della macchina amministrativa di gestire l’ordinario. Su 902 accertamenti relativi all’IMU 2014 sono ritornati al mittente più della metà, esattamente 500. E considerato che i tributi si prescrivono in cinque anni, è facile capire che il municipio ha perso il valore dei 500 accertamenti. E per un municipio in dissesto finanziario è un qualcosa ancor più grave.
Nel Dicembre 2018 veniva affidata ad una ditta esterna SETRI srls, per la somma di 2700 euro, il servizio di Stampa, imbustamento e notifica degli accertamenti ICI 2013 ed altro. Lo stesso servizio (relativo questa volta ovviamente all’IMU 2014), nel mese di Dicembre2019 veniva affidato alla ditta LM Digitale per oltre 18.000 euro. Un costo cresciuto sei volte, perché?
Ebbene, i super pagati consulenti della LM Digitale, in definitiva, hanno elaborato circa 900 accertamenti (902 per la precisione), ma di questi, circa 500 sono tornati indietro privi di notifica. Considerato che i tributi si prescrivono in 5 anni la mancata notifica degli accertamenti ha comportato la prescrizione del tributo dovuto e non pagato. Si può ipotizzare un danno erariale? Se sì, chi dovrà pagare? Se ipotizziamo al valore medio di 200 euro per ogni accertamento (sicuramente in difetto), abbiamo oltre 100mila euro di tributi prescritti, quindi persi. Il revisore dei conti cosa farà? Segnalerà la vicenda alla Corte dei Conti?

leggi anche:

Piedimonte Matese – Municipio,  Di Lorenzo non bada a spese: paga oltre 15mila euro in più per lo stesso servizio

Piedimonte Matese – Riscossione TASI 2014, il “giallo” dell’affidamento società LMDigitale

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

Sparanise – Stazione carabinieri, cambio al vertice: Bisesto lascia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto Sparanise – Il maresciallo Bisesto, attuale comandante della stazione dei carabinieri di Sparanise, lascia la …

11 commenti

  1. di lorenzo invece di farsi affiancare da personale competente ha affidato il comune di piedimonte nelle mani di dipendenti per nulla qualificati del settore che gestiscono: un assistente sociale cosa può capire di tributi? così come un liceale di finanza? per non parlare poi di assessori che si improvvisano ESPERTI in gare facendo confusione tra contratti e scritture private …… non ci resta che piangere!!!

  2. Parliamo anche di chi è responsabile
    dell’irresponsabile affidamento della gestione dei tributi ai vari:
    – M.L. De Lellis
    – G. Santomassimo
    – N. Raviele
    – Ing. P. Terreri
    Parliamo di chi ha omesso di giudicare il loro operato?
    Parliamo di chi li non li ha mai chiamati a rispondere (a dir poco) di inefficienze ?
    Della responsabilità personale di questi super pagati “responsabili”, ne vogliamo parlare?

  3. sento il dovere di fare una precisazione al commento precedente ovvero l’ing. Terreri non ha mai gestito i tributi è stato solo parcheggiato in quell’ufficio; l’ordine chiaro è il seguente:
    – De Lellis dall’anno 2011 al mese di marzo 2017
    . Santomassimo dall’anno 2017 al mese di febbraio 2018
    – Leone dal mese di marzo 2018 al mese di luglio 2018
    .Tecchia solo due mesi dell’anno 2018 ovvero agosto e settembre
    – Raviele dal mese di ottobre 2018 ad oggi
    per non parlare delle otto società che nell’ultimo anno a vario titolo hanno supportato la gestione (aerarium, interdata, setri, anutel, padigitale adriatica di campobasso, società masiello, ssi e novares, lmdigitale di capua) per l’elaborazione del dati generando solo tanta confusione e un grosso danno erariale

  4. SBAGLiATO!
    “Delibera Giunta Comunale N°41 del 8/03/2018 di Piedimonte Matese
    …..A votazione unanime e palese;
    DELIBERA
    1. di designare per i motivi di cui in premessa, con decorrenza immediata, l’ing. Pietro Terreriil
    dipendente a tempo indeterminato di questo Comune inquadrato nella Cat. D3 , profilo professionale funzionari, assegnato temporaneamente presso il servizio tributi con disposizione del Segretario Generale, nr. 4 del 13/01/2017 come Funzionario Responsabile IUC;
    2. di precisare che, in ragione di tali designazioni, competono al Funzionario Responsabile, così come individuato al precedente punto 1) del deliberato, le funzioni ed i poteri di cui all’art. 1, comma 692 e seguenti, della Legge n. 147/2013, ivi compresi quelli di rappresentanza in giudizio;……..“

    È sufficiente?

  5. parlavi di responsabili di settore non di servizii infatti quello di Terreri era di servizio iuc infatti non gli è mai stata concessa la firma digitale ne partecipazione a corsi di aggiornamenti; tutti gli avvisi ed i vari ruoli sono stati emessi con la firma di Nicolina Raviele (responsabile di settore superpagata)

  6. Sig nome o devo dire di Lorenzo ha smesso di scrivere su osservatorio civico e ha cominciato a scrivere nei commenti degli articoli????? Quando parte per Whian!!!!

  7. Il mio commento non contiene in alcun modo la parola “settore”…..
    E, inequivocabilmente, non contiene neanche la parola “servizi”…….
    Eppure l’ineffabile “manu’” mi critica con l’incipit “parlavi di responsabili di settore non di servizi”…..
    Mancanza di argomenti?
    Difesa pregiudiziale ad oltranza per eccesso di autostima?
    Intolleranza al ritorno di critica?
    State ai fatti
    State serene
    Magari vi può capitare di imbattervi in altri mondi,
    oltre “manu’”
    e “Patrizia”
    e “nome”

  8. Fosse solo l’IMU…fatevi un giro in via Caso e in via Aldo Moro e noterete molte abitazioni che, abusivamente, hanno l’acqua attaccata alla condotta idrica comunale e corrente allacciata sui pali comunali dell’enel, strade chiuse diventate private e adibite a giardini o pollai…tutti vedono ma tutti tacciono. Intanto gli onesti continuano a pagare

  9. ah nome sei proprio fuori da ogni logica!!! è certo che ho un’alta autostima della mia persona che, ahimè, non hanno gli altri ….. di argomenti ne ho tanti però preferisco CANTARLI nelle sedi opportune

  10. Le tasse a Piedimonte le pagano i fessi…fingere di non vedere i vari abusi che alcuni cittadini fanno a danno dei contribuenti onesti è sotto gli occhi di tutti.
    Recatevi alla Vitale, io vado a prendere mia figlia a scuola, e parcheggiate dietro le case popolari troverete: stradina interna, che prima portava in via bonifica, vicino la fontanella nei pressi del liceo, sbarrata dalla signora che ha costruito pollaio su suolo comunale, telecamera sul suo balcone puntata sulla strada ( addio privacy), faro della luce abusivo attaccato sul palo Enel , baracche abusive cementate a terra, lavatoio esterno con attacco alla condotta comunale rigorosamente abusivo…è molto altro. I vigili parcheggiano propri li, ma fingono di non vedere.
    Le prossime cartelle mie esattoriali, consegnatele alla signora che trasferendosi dalla Nunziata a via Caso, ha pensato bene di fare quello che cavolo vuole

  11. Siamo alla frutta! L’ufficio tributi nelle mani di un’incapace che a sua volta a ceduto lo scettro all’amica di merenda ai servizi sociali….Fino a ieri spostare i dipendenti alla biblioteca stava a significare “isolare” chi non riusciva nella casa comunale ad integrarsi ne’ con i colleghi ne’ con il personale…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.