Ultim'ora

Cosa serve per aprire un ristorante

Sono sempre di più le persone che scelgono di cambiare vita e di fare il grande salto aprendo un’attività nel mondo del food. Basta accendere la televisione o aprire i social per rendersi conto che il cibo è sempre più al centro della vita delle persone.

Si sta più attenti a quello che si mangia e si scelgono con più attenzione i locali dove pranzare o cenare. Chi sceglie di aprirne uno può vivere in prima persona delle soddisfazioni molto grandi.

Prima di partire con questa avventura, però, è necessario mettere in chiaro tutti i passi necessari per aprire un ristorante. Se stai cercando informazioni in merito, nelle prossime righe puoi trovare alcune preziose dritte.

 

Requisiti minimi per aprire un ristorante

Quando si progetta di aprire un ristorante, è necessario considerare alcuni requisiti base. Il primo è il fatto di aver raggiunto la maggiore età. Un altro punto di partenza imprescindibile è la frequentazione di un corso SAB (Somministrazione Alimenti e Bevande).

 

Per informarsi in merito è utile fare riferimento a realtà locali come Confcommercio (i prezzi dei percorsi formativi in questione sono molto vari e, in media, vanno dai 500 agli 800 euro).

 

Altre informazioni

I requisiti relativi alla formazione necessaria per aprire un ristorante devono essere autocertificati dall’aspirante imprenditore allo Sportello Unico delle Imprese. Qui è possibile reperire dei moduli ad hoc messi a disposizione dalla locale Camera di Commercio.

 

Detto questo, è il caso di elencare le caratteristiche che deve avere il locale. Ovviamente le peculiarità cambiano a seconda del concept che si intende dare al proprio ristorante. Dato per assodato questo aspetto, ricordiamo alcuni punti imprescindibili.

 

Chi vuole aprire un ristorante, dovrebbe infatti controllare che lo spazio che ha scelto per la propria attività sia in un immobile rispettoso dei vincoli paesaggistici previsti dalla normativa vigente.

 

Molto importante è informarsi in merito alla destinazione d’uso, che dovrebbe essere di natura commerciale. Da non trascurare è ovviamente tutto quello che riguarda la sicurezza e la messa a norma di impianti elettrici e cappe.

 

Quando si progetta di aprire un ristorante, è altresì fondamentale commissionare a un professionista qualificato la redazione del manuale HACCP. Questa risorsa deve essere caratterizzata dalla presenza di tutti i dettagli relativi al trattamento degli alimenti e delle bevande.

Parlando dei primi, un altro aspetto sul quale è fondamentale informarsi è l’umidificazione stoccaggio alimentare, essenziale per una conservazione ottimale delle derrate.

 

Altri adempimenti burocratici

Prima di iniziare la propria attività di ristoratore, è necessario considerare anche altri adempimenti di natura burocratica e fiscale. Tra questi spicca indubbiamente l’iscrizione all’INPS e all’INAIL.

 

Inoltre, il futuro ristoratore è tenuto a presentare presso il Comune ove sarà situato il locale la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività). Da non dimenticare sono poi la licenza commerciale e l’iscrizione al CONAI.

 

Non c’è che dire: sono numerosi i punti da considerare se si ha intenzione di aprire un ristorante. Tra questi, sono presenti anche le formalità con l’agenzia delle dogane, da contattare se, tra i prodotti proposti alla clientela, sono presenti anche gli alcolici.

 

L’aspirante ristoratore deve inoltre mettersi in regola con il Comune dove è sita l’attività per quanto riguarda l’esposizione dell’insegna. Ricordiamo poi che, qualora nel locale dovesse venir trasmessa della musica, è necessario chiedere i diritti alla SIAE.

 

Quanto costa aprire un ristorante?

Non è possibile dare una risposta univoca a questa domanda. Tutto dipende dal tipo di locale che si intende aprire, dalla zona, dallo stile. In media, è difficile andare sotto i 50.000 euro. Per questo motivo, prima di fare il passo più lungo della gamba è bene interrogarsi e capire se la vita del ristoratore – non certo facile – è quella che si ha intenzione di condurre.

 

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

investimenti scelta

Investire nel trading online; consigli per farlo in sicurezza

Il trading online è una attività sempre più gradita dagli internauti. In particolare si rivolgono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.