Ultim'ora
Vescovo Giacomo Cirulli

VAIRANO PATENORA – Venerdì della parola, il vescovo Cirulli incontra i fedeli della frazione Scalo

VAIRANO PATENORA (di Nicolina Moretta) – Ieri sera nella chiesa Cosma e Damiano di Vairano Scalo il Vescovo Giacomo Cirulli ha tenuto per i fedeli delle foranie di Pietramelara e Roccamonfina il venerdì della Parola, che come ha precisato lui stesso non voleva essere una lectio divina sul Vangelo di Matteo, ma una lettura commentata delle Sacre Scritture. Una serata, anche questa, che rientra nel Programma dell’Anno Pastorale. Il cui opuscolo sarà disponibile nelle parrocchie a partire da questa prima domenica d’Avvento. Programma Pastorale che prevede l’annuncio del Vangelo. E mentre la pioggia scrosciava intensa sui tetti della chiesa, il Vescovo Cirulli spiegava che il Vangelo di Matteo è l’esempio scritto di come devono stare insieme l’Antico e il Nuovo Testamento. E ha svelato parole chiave, come quando nelle Sacre Scritture compare la parola ‘monte’, che sta a indicare il luogo della preghiera, dell’incontro con Dio. E ha insistito sulle opere buone da compiere, che il Vangelo di Matteo chiede di fare per poter essere nel regno di Dio. “Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete?” Oppure:”E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario?”

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.

Informazioni su La redazione

Guarda anche

Roccamonfina – “Guerra” delle castagne, la rappresaglia dei proprietari: spaccati i finestrini delle auto in sosta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione senza preavviso. Tutti i contenuti sotto forma di banner sono pubblicità.
Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.