Ultim'ora

Sessa Aurunca – Convegno in memoria dell’avv. Tullio Vellucci Longo, la poesia di una mamma ad un giovane figlio morto

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Sessa Aurunca  Il 16 novembre 2019, nel Salone dei Quadri del Comune di Sessa Aurunca si è svolto il Convegno Giuridico “Il volontariato tra solidarietà e impegno civico, la riforma del terzo settore”, in memoria di Tullio Vellucci Longo, giovane avvocato e assistente universitario scomparso prematuramente. L’evento è stato organizzato dalla fondazione e dal centro studi giuridici e filosofici intitolati a Tullio Vellucci Longo. Rita Venditti è stata la relatrice. Al convengo hanno partecipato il sindaco di Sessa Aurunca Silvio Sasso, il preside Abbate del liceo Classico A.Nifo, il preside Calenzo dell’Isiss Taddeo, il preside Aldo Aniello, Don Valentino Simoniello, Don Angelo Polito, l’avvocato Achille Maria Vellucci, console del Touring Club, l’avvocato Adolfo Russo, presidente dell’Ordine degli Avvocati e Sua Ecc.za Mons. Orazio Francesco Piazza. Presenti al convegno anche Maria Luisa Tommasino e Carmela Messa presidi degli istituti comprensivi di Sessa Aurunca, l’avv. Rosario Ago presidente della Pro Loco di Sessa.  Il Vescovo ha intitolato la Sezione dell’Unione Giuristi Cattolici alla memoria di Tullio Vellucci Longo. Molto toccante l’intervento dell’avvocato Luigi Delle Cave, che ha ricordato la vita associazionistica di Tullio. Delle Cave ha sottolineato le opere di Tullio in ambito Leo, di cui era presidente, ricordando in particolar modo una scuola in Burkina Faso che oggi porta il nome dell’avvocato scomparso. Il momento più commovente, è stato l’intervento di Giovanna Longo, mamma di Tullio e presidente della Fondazione. Giovanna ha parlato del suo dolore, quello di una madre che ha perso un figlio, dolore che lei è riuscita a trasformare in amore per gli altri. Infine, Giovanna Longo, ha recitato una poesia da lei composta per l’occasione, dal titolo “Vita e Amore”:

“Vita e Amore”
Signore, donami grandi ali
per volare fino a Te,
riempirmi di Infinito
e poi planare
per testimoniare
soltanto Amore.
Sia la mia Vita
Acqua nel  Deserto delle anime stanche.
Accenda io l’Aurora
nella Notte infinita dei cuori.
…e vivendo d’Amore,
possa  sempre guardare
negli occhi il Fratello,
componendo la Vita
come poesia,
magica  melodia.
Che io semini  ognor
Amore e Fede
e  tutto germogli
fino ad essere
raggi di un sole
che illumini
il buio della Prova.
Che io faccia rinascere
L’Arcobaleno
dopo ogni  Tempesta…
Ed allora, solo allora
la Vita, la Gioia
che avrò dato
rinasceranno in me.
(Giovanna Longo)

 

 

© Paesenews.it Tutti i diritti riservati . Riproduzione vietata dei contenuti salvo diversa autorizzazione della redazione. Le pubblicità sotto forma di banner sono sponsorizzate.

Guarda anche

AILANO / PRESENZANO – Picchiò la moglie e la minacciò con un coltello, 40enne sotto processo

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto AILANO / PRESENZANO – E’ finito davanti al giudice del tribunale di Cassino, competente per territorio, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.