Ultim'ora

Piedimonte Matese – Assegno baliatico ridotto, protestano le mamme

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

piedimonte matese. Attendono ancora il primo assegno baliatico dell’anno 2011 le madri naturali di Piedimonte Matese, poichè l’ultimo erogato è quello riferito a tre mesi ancora non pagati del 2010, con la sorpresa del 30% in meno del denaro. L’assegno dovrebbe essere di 130 euro al mese, erogati trimestralmente, quindi per le mamme che hanno la patria potestà su un solo figlio, di 390 euro, come si è detto, ogni tre mesi, per quelle che lo percepiscono per due figli, 780 euro. Stavolta però, non è andata così, in quanto a queste ragazze è spettata la somma, rispettivamente di 360 e 750 euro, dimezzata dunque del 30%. E ciò non è giusto, visto che per legge a loro è dovuto questo misero aiuto economico. La cosa più demoralizzante è che questi soldi sono quelli che coprono i mesi di settembre, ottobre, novembre 2010. L’anno scorso, infatti, i pagamenti iniziarono a settembre, anzichè a marzo, dei primi quattro mesi del 2010, poi nel mese di ottobre le madri naturali percepirono subito un altro assegno che copriva gli altri quattro mesi, cioè da maggio ad agosto ed era previsto poi l’ultimo pagamento prima di Natale per gli ultimi quattro mesi dell’anno, da settembre a dicembre e proprio questi ultimi mesi non sono stati più coperti. Dunque da ottobre 2010 queste donne hanno avuto un po’ di spiccioli tra le mani solo due settimane fa ed è ancora la cifra appartenente all’anno 2010, che però è stata dimezzata e vede scartato ancora il mese di dicembre. Per regola la cifra sarebbe dovuta essere di 520 euro ( settembre, ottobre, novembre e dicembre 2010), invece è stata di 360 euro. L’anno scorso, quindi, il primo anno che il pagamento venne effettuato nove mesi dopo la presentazione della domanda che le ragazze madri protocollano agli inizi di gennaio, e quest’anno, il primo in cui la somma viene ridotta. Aspettano ora l’assegno dei primi cinque mesi del 2011, la cui somma, si vociferava, sarebbe aumentata, anche se non di molto. michela vigliotti

image_pdfGenera pdfimage_printStampa articolo

Guarda anche

Caserta – In crescita le adesioni al “Cassetto digitale dell’imprenditore”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti Caserta – In provincia di Caserta sono più di 11 mila le aziende aderenti al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protezione anti-spam Scrivi il risultato dell'operazione: Tempo scaduto! Ricarica

Noi siamo Paesenews Giornale online magazine di terra di lavoro Siamo presenti su Facebook: la sede della nostra redazione si trova Vairano Scalo, Italia Il sito web e' curato da Staffiero Alessandro.